MovieSushi

Una donna promettente

Una promessa è una minaccia?

di

Cosa prometteva la giovane Cassandra? La ragazza è stata una giovane donna, bella, intelligente, viveva con i suoi affezionati genitori in una piacevole villetta, mentre studiava con esiti brillanti all’università. Poi tutto è finito, la sua migliore amica ha subito un tragico stupro e mentre era ubriaca e in balia di un gruppetto di coetanei, è stata ripresa in un video. Non è mai riuscita a darsene pace ed è finita male. Cassie anche non è mai riuscita a darsene pace, ha abbandonato gli studi, si è messa a fare la cameriera, incrinando i suoi rapporti con la famiglia. Perché l’unica cosa che le è rimasta per la testa è la vendetta. Mentre cerca il modo di arrivare ai responsabili dell’accaduto, si diverte a far cadere in trappola ingenui uomini, sempre in malafede però, che cercano di approfittare di lei, non sapendo cosa li aspetterà. Un giorno incontra però uno che fa barcollare le sue certezze, un ragazzo simpatico, divertente, altissimo, che subisce le sue iniziali intemperanze perché davvero folgorato dalla personalità della ragazza, oltre che dal suo fascino. Cassie potrebbe ritornare ad essere la ragazza di una volta, rimettersi a fare quello che fanno le ragazze “normali”, tornare a studiare, stare con questo simpatico ragazzo, riconciliarsi insomma con il mondo, provando a smettere di fare di tutte le erbe un fascio. Qualcuno decente ci sarà, non tutti gli uomini sono dei mostri. E se qualche volta hanno sbagliato, possono anche fare ammenda. Ma per certe colpe, esiste una pena adeguata, c’è una prescrizione? Promising Young Woman, Una donna promettente, è un buon film perché oltre ad avere diversi forti colpi di scena nella parte conclusiva, suscita nel suo progredire diversi stati d’animo, diverse riflessioni, fa provare compassione per la protagonista, ma anche comprensione e poi perplessità sui metodi e anche rifiuto e disapprovazione, mentre si conviene che sì il mondo fuori è pieno di mostri, però proprio non tutti e se non si deve generalizzare, allora bisogna anche sapere quando fermarsi. Tutti dovrebbero saperlo però, sia quando si sta per fare sesso con una persona incapace di intendere, sia quando si arriva alle estreme conseguenze della propria azione di giustizieri. Su questa ambiguità di giudizio, su come ciascuno darà una risposta diversa, sulle riflessioni, sui distinguo che susciterà, sta la validità del film, che però mette bene in fila con chiarezza le tragiche concatenazioni che porteranno al finale. E per arrivare al suo scopo, non fa mai una moralistica lezioncina, ma mette in scena una vera e propria escalation di violenza e orrore. E la catarsi finale è ben amara. Una donna promettente è una commedia nerissima girata in toni pastello, scritta e diretta da Emerald Fennell, anche attrice (è Camilla in The Crown) oltre che scrittrice di alcuni episodi di Killing Eve e Drifters, ottimamente interpretata da Carey Mulligan, poco simpatica come spesso è, e dal poliedrico Bo Burnham, comico, attore, cantautore e sceneggiatore, una rivelazione (su Netflix si può trovare la sua serie Inside) . Nel ruolo del padre di Cassandra ritroviamo con piacere Clancy Brown, mentre la mamma è la mitica MILF di American Pie. Se ai tempi del film Sotto accusa, del 1988 con Jodie Foster, la risposta in fondo era la Legge, oggi con film come Hard Candy o questo Promising Young Woman, le cose non sembrano cambiate in meglio (e ce lo dice la cronaca di tutti i giorni, non la fiction). Se la Legge dopo più di 30 anni non è ancora in grado di sconfiggere (indagare, punire) certe irrefrenabili pulsioni, può essere il caso di usare metodi diversi, dove alla giustizia si sostituisce la vendetta. Ma servirà e quanto costerà?

Provocatorio

8