Di Giuliana Molteni   |   15 Aprile 2017

 Padri e figli

Viviamo in tempi duri, senza punti di riferimento, ciò in cui credevamo è stato messo in dubbio, molte certezze sono cadute, vaghiamo destabilizzati in un mondo spietato. Un solo valore resiste, ancor più che l’amore, soggetto a tante variabili, la Famiglia. Sulla Famiglia ha fondato i pilastri della sua esistenza Dominic Toretto ed erano fondamenta solide, come i suoi possenti bicipiti, il suo immenso torace, il suo collo taurino.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   02 Aprile 2017

 Il potere è la connessione

Sono sempre buie e piovose, e a maggioranza orientale, le megalopoli del futuro, illuminate da gigantesche pubblicità che non incombono dalle facciate dei palazzi o da dirigibili galleggianti nel cielo, ma si espandono in ologrammi giganteschi dai grattacieli, galleggiano lungo le strade insieme a un’umanità indifferente. In questo mondo che brulica di vite solitarie agisce il Maggiore (Scarlett Johansson), corpo artificiale in cui è innestato un cervello umano, esperimento d’avanguardia sposorizzata dalla Hanka Robotic, accudita amorosamente dalla Dottoressa Ouelet (Juliette Binoche).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   20 Marzo 2017

 

Poesia in stop motion

Esce su Blu-ray Universal Kubo e la spada magica, bel film in animazione in stop motion, arrivato alla soglia degli Oscar. Il Blu-ray restituisce tutta la smagliante bellezza del tratto originale, nel rispetto delle colorazioni della fotografia di Frank Passingham, in una resa eccezionale di ogni dettaglio dei personaggi e dei panorami, tutto di smagliante nitidezza. Ottimo l’audio in DTS HD Master Audio 5.1 di discreta potenza ma con una minuziosa distribuzione di ambiente, effetti e musiche (di Dario Marianelli), a ricreare una coinvolgente atmosfera.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   17 Marzo 2017

 Spettri analogici, spettri digital

In principio fu Ringu, romanzo di Koji Suzuki, del 1991. Ma a dare al soggetta rinomanza mondiale sono stati i tre film, dal 1998 in poi, i primi due diretti da Hideo Nakata, con il primo sequel The Spiral. Vista l’originalità dell’approccio a una tipologia di spettri anche visivamente inediti, la storia ha generato vari sotto-filoni. Erano seguiti dei remake made in USA, il primo, e il migliore, diretto da Gore Verbinski nel 2002, meno interessante il secondo del 2005, pur diretto da Nakata.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   06 Marzo 2017

 I celti a New York?

Chissà se la sconcertante infilata di pessimi (o semplicemente brutti, dimenticabili) film degli ultimi anni è tutta responsabilità del sempre da noi amato Nicola Cage. O se proprio di film buoni gliene propongono uno ogni morte di papa (magari anche solo una piccola partecipazione come in Snowden, dove si vede che non ha dimenticato il suo mestiere). Ma è indubbio che l’horror gli piace, che sia venato di presagi apocalittici o che si tratti di spiriti malvagi vecchio stile.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   27 Febbraio 2017

 Daddy Reacher

Da non perdere l’edizione in Blu-ray del secondo capitolo della serie Jack Reacher, personaggio nato dalla penna di Lee Child, protagonista di ben 20 libri (e sta per uscire il ventunesimo), già portato su grande schermo nel 2012, l’uomo che “Never go back” come recita il titolo originale. Anche questa volta Jack è affidato a Tom Cruise che con la sua faccia da cinquantenne ben tenuto è ancora credibile nel ruolo del disilluso ex Maggiore dell’Esercito.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   24 Febbraio 2017

 I muri e gli alieni

A quale scopo era stata eretta, dal 215 a. C. in poi, la Grande Muraglia, lunga più di 8000 chilometri, alta 16 metri e profonda 8, con 25mila torrette di guardia, a segnare il bordo settentrionale del regno della Cina? A tenere lontani gli invasori che volevano distruggere la loro civiltà, a respingere gli aborriti stranieri che potevano ledere l’equilibrio del paese?

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   13 Febbraio 2017

 Un cuore in inverno

Il terzo film di Kenneth Lonergan racconta la Long Way Home di un uomo devastato da un lutto inenarrabile, irreparabile. Lee si è annientato in un lavoro meccanico e solitario, addetto alla manutenzione di un condominio popolare alla periferia di Boston, chiuso dopo il lavoro nello scantinato dove vive, o a ingaggiare qualche rissa al bar con degli sconosciuti.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   11 Febbraio 2017

 La carica delle ex

Così come nelle canzoni più tradizionali dopo una tot di strofe arriva il ritornello, nei film della serie Cinquanta sfumature di qualcosa, dopo un tot di scene deve arrivare la scopata. Quindi il resto della trama si riduce a mero pretesto per arrivare alle suddette, vero momento che le platee golose attendono, per poter ululare e schiamazzare ad ogni striptease di Jamie Dornan, perché la maggior parte dell’audience del film è femminile in versione libera uscita per Festa della donna.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   26 Gennaio 2017

 Canta che ti passa

Dopo il film sui Minions e dopo Pets, torna l’animazione made in Illuminatios Entertainment, la „ditta“ di Chris Meledandri, che ci regala un prodotto nettamente migliore, insieme al regista Garth Jennings, autore nel lontano 2005 della trasposizione cinematografica del mitico romanzo Guida galattica per autostoppisti e poi del poco visto Son of Rambow. Si raccontano le avventure di un gruppo di tenerissimi perdenti (tipologia da manuale per storie di questo genere), impegnati in una dura lotta di rivalsa contro i limiti che si sono autoimposti.

Postato in Cinema
Pagina 1 di 49