Di Giuliana Molteni   |   25 Marzo 2017

 Lui e la vacca

Si può ancora fare un film dove tutto va per il verso giusto, dove tutti sono buoni, dove gli ostacoli si superano e alla fine della strada ci sarà la giusta soddisfazione e tutti vivranno felici e contenti o perlomeno meglio di prima? Si può, in questi nerissimi tempi di violenza, intolleranza, sfiducia e diffidenza e carognerie di ogni genere, basta averne in coraggio.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   02 Febbraio 2017

 Occhio nel cielo, occhio di dio

Negli scenari sempre più foschi dei nostri tempi, resta d’attualità un film come Il diritto di uccidere, di cui segnaliamo l’uscita su Blu-ray grazie a Teodora Film e CG Entertainment. L’immagine è sempre ben definita e nitida, nella resa della fotografia originale, dalle dominanti molto naturali, che alterna gli interni delle “stanze dei bottoni” e degli assolati panorami africani, alle riprese fatte dai droni.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   23 Agosto 2016

 Occhio nel cielo, occhio di dio

Se dall’alto dei cieli non ci osserva più l’occhio di dio ma un drone, vuol dire che questi sono i nostri tempi, queste sono le guerre di oggi (il terrorismo ha mutato molti equilibri) e le conseguenti regole di ingaggio sono molto mutate. Ma la morale, almeno per gli occidentali, almeno a vedere la storia narrata, è antiquata e necessiterebbe di aggiornamenti pure lei, anche perché gli scrupoli morali qui sono determinati soprattutto dalle conseguenze sull’opinione pubblica, tema più sensibile oggi data l’invasività dei Social Media.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   24 Giugno 2016

 

L’insostenibile elaborazione del lutto

Forse non è mai il tempo giusto per accettare che una persona che amiamo ci lasci, nel modo più definitivo. E quanto più era amata, tanto più insopportabile sarà quella perdita. Isabelle Reed (Huppert) è stata una grande fotografa di guerra, dalle foto capaci di influenzare l’opinione pubblica, morta da tre anni in un incidente d’auto. Il suo editore decide di dedicarle una mostra e un noto giornalista (Strathairn), fedele amico di lei e compagno di molti reportage, sta per scrivere un articolo che rivelerà una verità che il marito di Isabelle (Byrne) non ha mai voluto condividere con il figlio minore, Conrad (Druid).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   08 Aprile 2016

 

Pretty in Pink

Esiste una credenza popolare per cui i soldi non portano sempre la felicità, forse certe volte troppi soldi costituiscono un impegno difficile da gestire. Figurarsi se parliamo di casati reali, dove potere e ricchezza si associano a doveri di rappresentanza tali da strangolare la vita. Esemplare caso di questa categoria è universalmente Lady Diana, la principessa triste per antonomasia (chiaro che a fare questo discorso a una commessa che campa a stento con 800 euro al mese si rischia l’insulto).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   21 Gennaio 2016

L'orrore in secondo piano

In effetti è vero, quale poteva essere il problema più drammatico per i campi di concentramento nazisti? Lo smaltimento dell'enorme massa di prigionieri che veniva ingoiata, lavorata ed espulsa dalla gigantesca, oliatissima macchina di morte di indicibile inumanità. Dagli accessori, vestiti, scarpe, suppellettili varie, compresi gioielli e denti d'oro, al definitivo scarto finale, i corpi, tutto andava "archiviato" con precisione.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   14 Dicembre 2015

Il futuro appeso a una corda

Un cadavere può restare ammollo in un pozzo per un massimo di 24 ore, termine entro il quale ancora l'acqua è recuperabile con adeguata disinfezione, poi la fonte diviene irrimediabilmente infetta e inutilizzabile e il pozzo è perduto. Siamo in Bosnia nel 1995, i Potenti sono già in riunione per trattare la pace ma ugualmente sul territorio si continua a morire, ad ammazzare e ad essere ammazzati. Solo di una corda hanno bisogno i due equipaggi di un'organizzazione di volontari per rimuovere il corpo di un ciccione buttato nell'unico pozzo della zona, che andrebbe rimosso più in fretta possibile.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   08 Dicembre 2015

Una valanga vi travolgerà

Ottima occasione l'uscita su DVD CGHV e Teodora per recuperare Forza maggiore, intrigante storia diretta dallo svedese Ruben Östlund, di cui ricordiamo l'interessante Play del 2011, sul bullismo. L'immagine è di soddisfacente definizione, nella resa dei colori naturali, mai accesi, della fotografia originale, con abbondanza di panorami innevati. L'audio in DD 5.1 riproduce senza grande potenza tutta la scena.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   13 Luglio 2015

Diritti per tutti

La pubblicazione di Pride su DVD distribuito da CGHV è un'occasione imperdibile per recuperare un bel titolo della passata stagione, una commedia che è un travolgente mix di sentimenti, lacrime e sorrisi, mentre mette in scena una galleria di personaggi eccezionali, all'interno di una storia vera e drammatica. Cosa mai infatti potrebbe accumunare due categorie opposte come i gay e i minatori gallesi?

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   02 Aprile 2015

Non sempre funziona

É ben ingiusto il destino che distribuisce distrattamente figli a chi non se li merita e li toglie a chi invece tanto li potrebbe amare. Andreas è un poliziotto sposato con la bella Anna e hanno un tenero neonato, Alexander, amatissimo anche se, chissà perché, piange sempre. Specularmente conosciamo una coppia di disgustosi tossici, lui anche di brutale violenza, che hanno generato a caso Sofus, un povero piccino che piange sempre, perché affogato nella sua cacca e denutrito.

Postato in Cinema
Pagina 1 di 4