Di Giuliana Molteni   |   17 Marzo 2017

 La forza del singolo

Nome omen... Loving si chiama di cognome quel Richard che nel 1959 si innamora e sposa la sua Mildred. Ma siamo nello Stato di Virginia e sono anni in cui un uomo non si può semplicemente innamorare di una donna e sposarla. Non può se lui è bianco e lei è nera. Parliamo di 60 anni fa e sappiamo che, pur fra mille ostacoli e ricorrenti tragedie, oggi la situazione è migliorata.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   02 Marzo 2015

Nessuno mette Denzel in un angolo

Splendida edizione su Blu-ray Universal per The Equalizer, uno dei vari film sui "vendicatori" arrivati sugli schermi in questo ultimo periodo, sempre ben accolti da un cittadino medio che si sente un servo della gleba, preda dei poteri forti, frustrato, oppresso, vessato da tutti. Il video del film, girato in digitale e con una fotografia morbida e dalle tonalità naturali, è di buon dettaglio, pulito e sempre ben definito.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   17 Ottobre 2014

Nessuno mette Denzel in un angolo

Mai come di questi tempi il cittadino medio si sente un servo della gleba, preda dei poteri forti, frustrato, oppresso, vessato da tutti, dagli ausiliari del traffico ai nostri governanti, dalle amministrazioni di condominio alle massime banche mondiali. Tutti fanno di noi ciò che vogliono e tocca subire, ogni giorno.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   13 Marzo 2013

I nostri fantasmi
Arriva in edizione per l'homevideo il thriller Dream House, sofferta regia di Jim Sheridan, gratificato da un super cast che vede riunite star del calibro di Daniel Craig, Rachel Weisz, Naomi Watts, Marton Csokas. Nel DVD Universal l'immagine è sempre molto pulita e compatta, mentre si adegua ai toni morbidi della particolare fotografia originale di Caleb Deschanel, ricca di suggestivi filtri. Ottimo l'audio, sia nella traccia italiana sia in quella originale, con una resa molto dettagliata degli effetti sonori, sui quali si basa parte della suspense, che ricreano un ambiente inquietante e minaccioso, con i dialoghi sempre nitidi. Gli extra, solo 15 minuti di materiale, comprendono un filmato sulla scena dell'incendio, una serie di brevi interviste a regista e cast e un'altra serie di interviste sulla scenografia.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   19 Novembre 2012

I vampiri dell'establishment
E così se a Gettysburg non si fossero usate munizioni e armi in argento, la storia sarebbe stata tutta da riscrivere? Perché a guidare all'assalto le truppe dei confederati c'erano battaglioni di immortali e famelici vampiri, ricchissimi e impuniti, pronti a fermare il progresso di un Grande Paese, alleandosi con i "poteri forti" che invece volevano mantenere il proficuo status quo. Quindi spiritosamente possiamo dire che, almeno secondo Timur Bekmambetov, il destino dei Presidenti americani è stato sempre quello di combattere contro gli spietati succhia-sangue, nei quali oggi si sono incarnate banche e grande finanza? Fox presenta La leggenda del cacciatore di vampiri anche in un'edizione su Blu-ray 3D, come era in sala.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   01 Agosto 2012

I nostri fantasmi
È ancora possibile fare un efficace film sulle case infestate? Come già citavamo parlando del film Non avere paura del buio, il tema è stato spesso visitato dal cinema anglosassone fin dagli anni '40, con titoli come La casa sulla scogliera e Ballata macabra, oltre a Changeling di Peter Medak e ai più recenti e Sospesi nel tempo. Non si può dimenticare di Sam Raimi, anche se il capolavoro del genere però non può che essere Shining, con il suo indimenticabile Overlook Hotel (in qualche modo citato nel poster internazionale di Dream House). E poi il "classico" Amityville Horror, oltre agli innumerevoli orientali con i loro spiriti stanziali assetati di vendetta, la maligna stanza infestata di 1408 e la più recente serie . E molti "classici" come The Hole, Oscure presenze a Cold Creek, The Messengers, 13 spettri, Hunting.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   18 Settembre 2011
Nel 1966 un commando del Mossad composta da due uomini e una donna viene inviato a Berlino Est per organizzare il rapimento del Chirurgo di Birkenau, un aguzzino nazista, responsabile di atroci esperimenti “medici” su prigionieri ebrei dei campi di concentramento. Qualcosa però va storto, anche a causa dei complessi rapporti sentimentali che legano i tre. Da questo errore scaturisce una tragica deriva che si riverbera sulle loro vite. Fino ai giorni nostri, in cui il passato si ripresenta a esigere il pagamento del debito. Non vogliamo dire di più della trama e consigliamo di leggere altre recensioni il meno possibile, perché sarebbe meglio ignorare alcuni snodi narrativi della storia, per una visione più appassionante.
Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   22 Luglio 2011
Daniel Craig, Rachel Weisz e Naomi Watts saranno i protagonisti di Dream House, un thriller ricco di suspence che racconta la storia di una famiglia appena trasferitasi in una nuova casa e che era stata in passato teatro di efferati omicidi. Ben presto si ritroveranno ad essere il nuovo bersaglio di un misterioso kilelr.

L'editore di successo Will Atenton (Craig) decide di lasciare il suo lavoro a New York City per trasferisrsi con moglie (Weisz) e due figlie, in una tranquilla cittadina del New England. Appena stabiliti nella nuova casa, gli Atenton scoprono che la loro nuopva deliziosa abitazione era stata in passato il luogo in cui una madre e il suo bambino erano stati brutalmente assassinati, a detta della cittadina, dal padre, unico sopravvissuto alla tragedia. Will inizia a investigare sulla faccenda e l'unico aiuto gli viene offerto dalla vicina (Watts) una cara amica della defunta. Man mano che i due riescono a mettere insieme i pezzi di questo terrificante e macabro puzzle, capiscono che la storia dell'ultimo padrone della casa dei sogni di Will, è destinata a ripetersi con il prossimo.
Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   07 Luglio 2011

In certi luoghi del pianeta la Natura è talmente grandiosa da farci avvertire maggiormente la nostra piccolezza, la nostra precarietà. Come nei grandi cicli delle stagioni, anche noi umani siamo soggetti a leggi che ci sovrastano. Così può capitare che all’improvviso muoia un troppo giovane padre di famiglia, lasciando una moglie innamoratissima e quattro bambini adoranti.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   11 Marzo 2011

La sempre bella Sophie Marceau è Marguerite, altezzosa e aggressiva manager di un’azienda, impegnata in affari miliardari e non del tutto etici con clienti cinesi. E’ fidanzata con Malcolm, altrettanto impegnato manager della stessa ditta, in perenne lotta con l’orologio per riunioni e cene con clienti, riunioni e cene con altri manager, saltando da limousine, aeroporti e hotel, una vita in affanno vissuta come fosse l’unica possibile, perché assicura successo, ricchezza, lusso. Ma tanta adamantina sicurezza di sé è incrinata da piccoli rituali: nei momenti di maggiore stress Marguerite, a seconda della situazione, si immedesima con una grande figura femminile del passato, delle cui immagini ha un cassetto pieno, da Giovanna D’Arco e Maria Callas, da Ava Gardner a Marlene Dietrich. Un giorno a sorpresa Marguerite riceve la visita di un vecchio notaio di provincia, lontano anni luce da quel frenetico mondo, che le consegna un pacco di lettere, da lei stessa scritte da bambina affinché le venissero consegnate da adulta. Marguerite, suo malgrado, si trova catapultata in una dimensione che aveva rimosso. Le lettere infatti la riporteranno sui propri passi, facendole ripercorrere con l’ottica adulta un periodo della sua vita punteggiato da grandi gioie ma anche da profonde infelicità e traumi mai risolti. Mentre lotta per mantenere in piedi la complicata costruzione della sua vita, seminando perplessità e panico fra colleghi e amici, Marguerite sarà condotta, lettera dopo lettera, ricordo dopo ricordo, ad una sorta di autoanalisi che la porterà a comprendere le sue tante asprezze e a riappacificarsi col mondo, confrontandosi con ricordi, sogni, aspirazioni e illusioni.

Postato in Cinema
Pagina 1 di 2