Di Giuliana Molteni   |   03 Ottobre 2013

I bambini ci guardano
Tutto ci arriva dalla famiglia, carezze e pugni, gratificazioni e traumi, amore e odio, capacità di essere felici e di realizzare i nostri sogni o di fallire gli obiettivi. E di una famiglia, con molti elementi autobiografici, ci parla Daniele Luchetti nel suo nuovo film, Giorni felici, perché quasi sempre felici sono o diventano i ricordi d'infanzia, persi nel rosa della memoria, se le cose alla fine non sono andate troppo male.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   16 Maggio 2011

Entra nelle nostre abitazioni Vallanzasca, per fortuna solo su Blu-ray, il discusso film di Michele Placido, prodotto dalla Twenthieth Century Fox, studio che da anni non si impegnava direttamente nella produzione di un film italiano. Ci racconta la vita di Renato Vallanzasca, vero bandito e sicuramente rapinatore e assassino, gran personaggio mediatico.

Postato in Homevideo
Di MovieSushi.it   |   17 Aprile 2009

Nella nostra indisturbata quotidianità accade prima o poi che arrivi un evento improvviso a rimettere in discussione l'intera nostra esistenza e i rapporti con gli altri.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   09 Aprile 2009

Si dice che in seguito ad un evento drammatico l'essere umano sia colto da un'improvvisa sete di verità e sia sempre portato a guardare dentro se stesso e a fare bilanci di quella che è stata e che potrebbe essere la sua vita.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   21 Settembre 2007

Fino a qualche anno fa, in pochi conoscevano Luca Flores.
Forse anche per colpa di una sua naturale ritrosia, di quel suo graduale ma inarrestabile distacco da una società con cui, in fondo, condivideva ben poco.
Un innato talento artistico unito ad un carattere schivo e solitario, più una rabbia prorompente lasciata sfogare libera e ribelle sulla tastiera.
E poi una scala, anzi La Scala (Ladder, ovvero How far can you fly, suo pezzo migliore in assoluto), metafora di una vita trascinata avanti faticosamente, malgrado un trauma infantile insuperabile.
“Credo si debba avere del dolore dentro, per fare del buon jazz” così Walter Veltroni, autore di una biografia (Il disco del mondo, Rizzoli 2003) breve quanto intensa, che ha avuto il merito di far riemergere anche a livello mediatico la figura abissale di un artista i cui cd erano ormai finiti fuori catalogo.

Postato in Cinema