Di Giuliana Molteni   |   16 Febbraio 2017

 Gli ultimi giorni di Jackie

Ci sono due personaggi più lontani di Jacqueline Bouvier vedova Kennedy, poi sposata Onassis, e il regista cileno Pablo Larrain? Difficile trovarne di più diversi. Eppure proprio Larrain con questo suo film traccia uno dei più bei ritratti di colei che è stata la più fuggevole e più indimenticabili First Lady degli Stati Uniti, ponendo un altro tassello alla sua riflessione (dopo Neruda e dopo No) al rapporto fra potere e comunicazione, alla potenza della rappresentazione del mito contro la realtà.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   01 Luglio 2016

 

La ricerca della felicità, ad ogni costo

Possiamo davvero illuderci di vivere senza che le conseguenze delle nostre azioni si riflettano in qualche modo su chi ci circonda? Possiamo avere la presunzione che le nostre scelte riguardino solo noi, senza influire su altre esistenze? Non è forse vero che ogni nostra mossa implica una contro-mossa?

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   14 Aprile 2016

 

“All Gone to Look for America”

Tracy (Lola Kirke) si trasferisce a NY per trovare la sua strada (vorrebbe fare la scrittrice) e, sola nella metropoli, va a cercare quella che diventerà la sua sorellastra, Brooke (Greta Gerwig), perché i rispettivi mamma e papà stanno per risposarsi, in cerca di una second chance in età avanzata (non si smette mai).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   01 Settembre 2014

Sta arrivando la vita e non ho niente da mettermi

Frances Halladay è una ragazza quasi trentenne che rifiuta di farsi "interrompere". Vorrebbe fare un mestiere che le piace, forse la ballerina, col quale campare dignitosamente esprimendo nel contempo la propria creatività. Ma non ha ancora ben deciso e vorrebbe avere il tempo di capire, di sviluppare se stessa. La strada certo è lunga, affollata da altri come lei, piena della possibilità di compromessi.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   23 Agosto 2011

Gli Stati Uniti hanno riscoperto il sesso libero? E quando mai se ne erano dimenticati? Nella moda degli ultimi anni si chiamavano friends with benefits oggi più brutalmente fuckbuddies e sono al centro di più di una recente commedia d’oltreoceano. La sostanza è che si fa l’amore senza implicazioni sentimentali. Facile a dirsi, meno facile a farsi, sembra.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   07 Aprile 2011

Ci sono attori che devono il successo a film e a personaggi in cui poi non sembrano ritrovarsi più. Ben Stiller è uno di questi casi. Pur mantenendo la sua alienazione da piccolo uomo schiacciato dagli eventi anche in film commerciali come Una notte al Museo e la serie Ti presento i miei, i tuoi, i nostri, aveva già mostrato in altre commedie una propensione a temi meno superficiali, pur sempre quelli dell’outsider, ma calato in un contesto più reale. Così spesso non resta che rifugiarsi nel cinema indipendente, l’unico che concede di liberarsi da certi cliché.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   23 Marzo 2011

Una volta si chiamavano friends with benefits oggi più brutalmente fuckbuddies (in italiano si usa l’orrido “trombamici”, un tempo più elegantemente si chiamavano tutti “fidanzati”). La sostanza è che si fa l’amore senza implicazioni sentimentali. Facile a dirsi, meno facile a farsi, almeno a guardare le commedie sentimentali d’oltreoceano. La convinzione sarebbe che questo tipo di rapporti “agili” metta al riparo dalle ferite. Ma vivere vuol dire anche mettersi in gioco e rischiare (già cantava il nostro Venditti… e non c’è sesso senza amore…). Certo è che oggi i rapporti vanno ridefiniti, oggi che la verginità o i rapporti prematrimoniali non sono più un problema (se non per gli integralisti religiosi), non si teme di restare single perché si è pieni di amici, la professione assorbe tempo ed energie, il giudizio morale, socialmente parlando, si è fatto molto più morbido. Con questi esperimenti inoltre si tenta di evitare di scambiare l’attrazione sessuale per amore e costruirci frettolosamente sopra un rapporto, anche se le “affinità elettive” proprio non ci sono.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   26 Novembre 2009
Giunto ormai ad un bivio nella sua vita, Roger Greenberg (Ben Stiller) decide di andare a Los Angeles per controllare la casa del fratello in un periodo in cui lui deve allontanarsi per lavoro. Una volta lì, Roger inizia a fare amicizia,e ad intrattenere una stramba relazione, con l’assistente del fratello e aspirante cantante, Florence (Greta Gerwig). Il loro incontro darà inizia ad una promettente e strana storia d’amore.
Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   29 Ottobre 2008

Matt, Chad, Catherine e Michelle. Quattro amici. Quattro attori in cerca del ruolo che rappresenti la svolta per le loro carriere, trascurate da un mondo, quello di Hollywood, che alla professionalità sembra preferire mode effimere e fama passeggera. Decidono, allora, di scriversi da soli la sceneggiatura che li porterà al successo, riunendosi per un weekend nella casa di montagna di Chad. Qui, però, il loro lavoro è ostacolato da tensioni sotterranee via via sempre più dirompenti. Rivalità amorose vengono a galla e amicizie decennali rischiano di infrangersi, mentre da fuori, un uomo inquietante con una busta di cartone sulla testa, li spia silenzioso, trasformando la sceneggiatura che stanno scrivendo nella loro vita reale...

Postato in Cinema