La legge della notte: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   03 Marzo 2017

 L’impossibile equilibrio fra bene e male

Segnato dalla partecipazione alla Prima Guerra Mondiale, Joe Coughlin torna a Boston, nichilista e sfiduciato nell’umanità. In rotta con la figura del padre, un super-poliziotto, comincia a frequentare l’ambiente dei gangster e a delinquere, restando in equilibrio nella guerra fra italoamericani e irlandesi. L’amore sbagliato per l’amante di un viscido criminale darà il via alla seconda parte della sua vita.

Jack Reacher – Punto di non ritorno Blu-ray: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   27 Febbraio 2017

 Daddy Reacher

Da non perdere l’edizione in Blu-ray del secondo capitolo della serie Jack Reacher, personaggio nato dalla penna di Lee Child, protagonista di ben 20 libri (e sta per uscire il ventunesimo), già portato su grande schermo nel 2012, l’uomo che “Never go back” come recita il titolo originale. Anche questa volta Jack è affidato a Tom Cruise che con la sua faccia da cinquantenne ben tenuto è ancora credibile nel ruolo del disilluso ex Maggiore dell’Esercito.

Trainspotting 2: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   24 Febbraio 2017

 L’occasione, il tradimento

Erano quattro amici al bar, anzi quattro più uno, anche se era meno amico. E non erano al bar, erano al pub in attesa di chiudersi in casa a strafarsi di eroina. E non erano neanche tanto amici. Vent’anni dopo Renton (McGregor) torna a Edimburgo, per un lutto. Ha un bell’aspetto, l’aria di uno ripulito e sistemato. Ma è tutta facciata. Ritrova Simon-Sick Boy (Miller), ritrova lo sciagurato Spud (Bremner) e dopo poco il sempre detestabile Begbie (Carlyle) ritrova loro.

Barriere: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   24 Febbraio 2017

 L’esclusione genera mostri

Troy è netturbino a Pittsburgh, siamo negli anni ’50, ancora di forte discriminazione. È un uomo che ha vissuto la Grande Depressione, che ha vagato in cerca di fortuna, che è finito a lungo in galera, che ha trovato un’amorevole moglie e ha messo su una famiglia custodita con determinazione.

Beata ignoranza: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   24 Febbraio 2017

 Se non lo sai, sallo

In fondo siamo qui a farci raccontare la storia di due uomini, due migliori amici fin da piccini, che hanno diviso tutto dall’adolescenza. Poi è arrivato l’amore per la stessa donna a dividerli. Tanti, tanti anni dopo, ormai ultra-quarantenni, si ritrovano insieme a insegnare nello stesso liceo, Ernesto è un burbero insegnante di lettere alquanto trombone, Filippo un insegnante di matematica superficiale e vanesio.

Moonlight: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   24 Febbraio 2017

 Restare nell’ombra

Chiron detto Little è un bambino solitario, è povero, vive in una zona devastata dal crack nel ghetto di Miami, non ha padre, la mamma si è lasciata vincere dalla droga, e si sente già diverso, forse è gay senza nemmeno sapere bene cosa significhi. A scuola giù lo bullizzano. Che vita lo attende da doppiamente discriminato? Pessima, ovviamente. Lo incontreremo poi da adolescente e poi da giovane uomo, con il soprannome di Black, e la sua vita avrà preso la parabola prevedibile, immaginabile.

The Great Wall: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   24 Febbraio 2017

 I muri e gli alieni

A quale scopo era stata eretta, dal 215 a. C. in poi, la Grande Muraglia, lunga più di 8000 chilometri, alta 16 metri e profonda 8, con 25mila torrette di guardia, a segnare il bordo settentrionale del regno della Cina? A tenere lontani gli invasori che volevano distruggere la loro civiltà, a respingere gli aborriti stranieri che potevano ledere l’equilibrio del paese?

Logan: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   20 Febbraio 2017

 L’uomo, intorno all’adamantio

Come si fa a spiegare, e in modo convincente, che Logan è il più bel film su Wolverine, forse il migliore sui mutanti? Senza motivare il giudizio, senza raccontare della trama nulla di più di quello che si mostra nei trailer, per non togliere il piacere della sorpresa continua che è questo film, facendo attenzione a non tradirsi nemmeno con un aggettivo, perché sarebbe spoiler?

Mamma o papà: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   16 Febbraio 2017

 Meglio orfani?

Mamma e papà si sono amati molto, fin da giovani, hanno fatto tre figli e pure carriera, lei ingegnere in una raffineria, lui ostetrico rinomato. E sono arrivati pure i soldi, che hanno donato un certo benessere. Ma gli anni passano, l’amore finisce, si resta amici ma non basta. E allora si pensa di divorziare.

Jackie: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   16 Febbraio 2017

 Gli ultimi giorni di Jackie

Ci sono due personaggi più lontani di Jacqueline Bouvier vedova Kennedy, poi sposata Onassis, e il regista cileno Pablo Larrain? Difficile trovarne di più diversi. Eppure proprio Larrain con questo suo film traccia uno dei più bei ritratti di colei che è stata la più fuggevole e più indimenticabili First Lady degli Stati Uniti, ponendo un altro tassello alla sua riflessione (dopo Neruda e dopo No) al rapporto fra potere e comunicazione, alla potenza della rappresentazione del mito contro la realtà.