Di Giuliana Molteni   |   13 Maggio 2017

 Gli androidi fanno sogni orribili

La solita gigantesca astronave veleggia solenne nello spazio profondo, carica di un paio di migliaia di umani immersi in un sonno criogenico insieme a migliaia di embrioni, in volo verso un nuovo pianeta (non avessimo ancora capito che sarebbe meglio restare qui, trattando bene il nostro piccolo habitat, perché si è visto che ad andare in giro per il vasto universo non si sa mai cosa si può trovare).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   03 Dicembre 2014

L'Outback dentro

Niente di eclatante, nessuna catastrofe atomica, forse solo la conseguenza di una definitiva crisi economica che ha ridisegnato i confini del vivere civile. Forse da qualche parte c'è la solita enclave di ricchi asserragliati che ha lasciato i miserabili a scannarsi di fuori. Esiste ancora una parvenza di autorità che però colpisce a casaccio, svogliatamente.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   23 Aprile 2013

Sotto l'armatura, un cuore
L'avventura a fianco degli Avengers è costata cara a Tony Stark, che si ritrova afflitto da una discreta forma di DSPT (disturbo da stress post traumatico). Il simpatico miliardario si è ormai accasato felicemente con la sua amatissima Pepper, anche se la convivenza non è delle più facili, data la sua ben nota caratterialità, acuita dai traumi subiti. Ma il suo passato torna a punirlo, perché gli eventi al centro della narrazione si sono andati formando nel lontano 1999, quando ancora Tony era solamente uno sfrenato edonista. Ora il mondo è nuovamente minacciato da un super-malvagio: si tratta del Mandarino, un esaltato terrorista stile Bin Laden responsabile di devastanti attentati in giro per il pianeta, che reclamizza le sue deliranti dottrine attraverso video trasmessi worldwide.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   29 Novembre 2012

Alcool, sangue e soldi
Nella disperata miseria della Depressione, negli anni del proibizionismo, gli unici a fare soldi erano quelli che trafficavano in alcool, i produttori e i gangster che gestivano la distribuzione. Lawless racconta la storia di una famiglia realmente esistita, i Bondurant nella contea di Franklin, in Virginia. I tre fratelli sono Famiglia completa: Forrest (Tom Hardy) e Howard (Jason Clarke) fanno da padre e madre e zio del "cucciolo" Jack (Shia LaBeouf), che però vive male il suo ruolo subordinato. Tenuto in seconda fila anche per proteggerlo, scalpita per conquistarsi il rispetto che incutono i due fratelli maggiori, personaggi mitici nella zona fra gli altri distillatori clandestini, temuti anche dalla Polizia locale.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   27 Luglio 2012

2079 Fuga da.....
Coinvolto in una macchinazione dai Servizi segreti, il valoroso agente Snow in cambio della libertà accetta di recuperare la figlia del Presidente degli Stati Uniti, rimasta intrappolata su una prigione orbitante di massima sicurezza, caduta in mano ai rivoltosi. La ragazza è ovviamente spinta da nobili motivi, interessata ai presunti esperimenti che verrebbero effettuati sui prigionieri; Snow è ovviamente un duro dal cuore d'oro, leale e sprezzante del pericolo; i vertici dei servizi ovviamente pullulano di traditori e i prigionieri sono ovviamente una massa di selvaggi assassini.

Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   26 Aprile 2012

Brutte notizie per i fan di Black Widow. In una recente intervista, Scarlett Johansson ha dichiarato che non tornerà a vestire i panni attillati della Vedova Nera nel terzo episodio di  Iron Man come, invece, precedentemente annunciato. Negli ultimi giorni il cast del film diretto da Shane Black, si era arricchito di nomi importanti quali Ben Kingsley, Guy Pearce e Jessica Chastain, ma sembra che debba rinunciare ad un'importante protagonista.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   13 Gennaio 2012
Vano invito che da secoli i genitori indirizzano ai propri figlioletti, per fortificarli di fronte all’atavico e giustificato timore, quello del buio, nel quale si può nascondere ogni insidia, in genere cose poco rassicuranti: ladri, assassini, babau, creature malefiche di ogni specie, demoni e spiriti maligni. Quindi, visto il tipo di antica magione, grondante storie di un lungo passato, nella quale si sono appena trasferiti i due innamorati Alex (Guy Pearce) e Sally (Kate Holmes), ogni peggiore previsione è lecita. Anche perché un film che si apre su una mutilazione che riguarda i denti, già solo per questo farebbe inorridire qualunque spettatore. Che però in seguito di inorridimenti ne avrà ben pochi, purtroppo, perché la storia vira sull’horror gotico più classico ma anche più scontato. Alex e Sally ritirano all’aeroporto la figlia di lui, inquietante bimbetta sotto psicofarmaci che disegna ossessivamente spirali (ben scelta la piccola Bailee Madison, dalla faccina proprio antipatica). La piccola, scaricata dalla madre, deve tornare a vivere col padre. Dal restauro della lugubre anche se bellissima villona, che sta effettuando insieme alla nuova compagna, Alex spera di trarre rilancio per la sua carriera di architetto in crisi. Entrambi non sarebbero proprio dei genitori ideali, lui distratto dal lavoro, lei costretta a dover accudire l’odiosa piccina da subito ostile. La quale, tanto per distrarsi e rompere le scatole, scopre con entusiasmo un vasto sotterraneo che era stato murato. Entusiasmo professionale pure degli ingenui genitori (insegnava già Barbablù…non aprire quella porta), e inizio dei problemi. Facilmente irretita dai bisbigli che provengono da un cunicolo ulteriormente inquietante, la bambina apre con incoscienza un varco attraverso il quale Il Male può nuovamente dispiegare le sue ali, tracimando dalle viscere della terra. Per la casa cominciano ad aggirarsi stuoli di piccoli Homuncoli (specie di scheletrici topi antropomorfi), decisi a trascinare con sé qualche altro soggetto, dopo anni di astinenza.
Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   02 Settembre 2011
 Will appartiene a quella schiera di persone che crede ancora che la cultura, l’amore per il bello, le parole di Shakespeare possano tenere le brutture fuori dalla vita. Insegna letteratura in un liceo di una New Orleans che non si è ancora risollevata dal post-Katrina. E’ innamoratissimo della splendida moglie (l’algida January Jones, consorte di Don Draper in Mad Men), che suona il violoncello, ed ha amici affettuosi e civili. Un giorno però una diversa realtà irrompe nella sua vita: la moglie viene aggredita brutalmente e stuprata. Mentre è ancora sotto shock, lo avvicina un uomo (Guy Pearce) che, amichevolmente, gli si propone come esecutore della sua vendetta, un pratico e pulito intermediario per “velocizzare” e rendere più efficace la fallibile giustizia ufficiale. In cambio, Will dovrà fare solo un piccolo favore, quando gli verrà richiesto. Intontito e sconvolto, accetta. Ma ogni azione genera una reazione, come ci raccontava Stephen King in Cose preziose o Richard Kelly In The Box. Quando infatti il momento arriverà, Will si troverà davanti ad una realtà del tutto diversa e sarà costretto a lottare nuovamente per la vita dell’amata moglie, oltre che per la propria.
Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   04 Giugno 2011
 Già qualche tempo fa vi avevamo parlato di Don't be afraid of the dark, il nuovo horror prodotto da Guillermo Del Toro che desta molta curiosità. Il motivo è molto semplice: si tratta del remake dell'omonimo film TV realizzato nel 1973 il quale, senza ombra di dubbio (insieme a The Dark Night of the Scarecrow) è uno dei migliori horror mai prodotti per il mercato televisivo. Qui sotto potete vedere il suggestivo nuovo poster.
Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   31 Maggio 2011
L'introversa Sally Hurts si è appena trasferita insieme al padre Alex e alla sua fidanzata Kim. Quando realizza che la loro nuova abitazione tentacolare, nasconde la sua bella dose di segreti. Addentrandosi nelle profondità della casa, Sally riesce a scoprire un livello sotterraneo nascosto che è rimasto chiuso per oltre un secolo, cioè da quando il costruttore della casa sparì senza lasciare traccia. Quando Sally apre accidentalmente la porta che teneva chiuse delle creature oscure, capisce che l'unico modo per salvare la sua famiglia è convincere il padre che i mostri esistono davvero.
Postato in Cinema
Pagina 1 di 5