Di Giuliana Molteni   |   13 Maggio 2017

 Tutto il resto è noia

Questa volta gli infelici pochi, sulla salvezza delle cui anime Terrence Malick continua ad arrovellarsi molto, sono del giro musicale ad Austin, non più cinema e non più L. A. Un produttore miliardario, specie di fascinoso e torbido Mefistofele, avvolge nelle spire dei suoi inganni un paio di donne e un uomo (Mara, Portman, Gosling), con la scusa dell’amore o degli affari.

Postato in Cinema