Di Giuliana Molteni   |   06 Aprile 2017

 Caccia alla strega

Facendo i conti, siamo negli anni ’90 circa. In Irlanda un manicomio sta per essere chiuso, i pazienti trasferiti. Uno psicologo (Eric Bana) viene chiamato per valutare un’anziana paziente (Vanessa Redgrave), ricoverata da 50 anni. La donna colpisce l’attenzione del dottore, che la trattiene nella sede e inizia ad ascoltare la sua lunga e tormentata vicenda, iniziata durante la guerra.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   20 Marzo 2017

 

Poesia in stop motion

Esce su Blu-ray Universal Kubo e la spada magica, bel film in animazione in stop motion, arrivato alla soglia degli Oscar. Il Blu-ray restituisce tutta la smagliante bellezza del tratto originale, nel rispetto delle colorazioni della fotografia di Frank Passingham, in una resa eccezionale di ogni dettaglio dei personaggi e dei panorami, tutto di smagliante nitidezza. Ottimo l’audio in DTS HD Master Audio 5.1 di discreta potenza ma con una minuziosa distribuzione di ambiente, effetti e musiche (di Dario Marianelli), a ricreare una coinvolgente atmosfera.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   22 Dicembre 2016

 La ricerca del tempo perduto

Lion è un film che racconta una storia vista molte volte, quello che la distingue dalle altre è che sia realmente avvenuta. Perché di vite partite male, nella miseria estrema e con il rischio dell’abuso, è purtroppo pieno il mondo, e non solo il cosiddetto Terzo. Quello che tendiamo a contemplare con scetticismo è la sopravvivenza a tutto questo e il comunemente definito “happy end”.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   11 Aprile 2016

 

La libera genesi di una favola

Baciato da poco successo in sala, arriva in Blu-ray Warner il film Pan e vale di sicuro un recupero. Nel BD l’immagine è perfetta, sempre nitida nella resa dettagliata delle scene, nella fusione impeccabile con le molte sequenze in CG. Anche la brillante fotografia originale è riprodotta alla perfezione. L’audio originale è in Dolby Atmos, eccelso, come potenza e fine dettaglio. Il DD 5.1 italiano resta inferiore ma rende con coinvolgente direzionalità e buona potenza.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   07 Gennaio 2016

 

Lontano dagli uomini

Di cosa parliamo quando parliamo d’amore? Generalmente parliamo, tanto per cominciare, di un uomo e una donna (echeggiano subito nella testa le note di Francis Lai). Ma sappiamo bene che ormai possiamo liberamente parlare anche all’amore fra due uomini o fra due donne (almeno nelle grandi città, forse nelle province non è ancora così scontato). Se poi parliamo degli anni passati, se risaliamo agli anni ’50, la situazione era drammatica, perché gli amori omosessuali erano illegali e avversati e osteggiati e socialmente disapprovati, considerati riprovevoli e disdicevoli, se non proprio contro natura.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   13 Novembre 2015

La libera genesi di una favola

Ci siamo mai chiesti da dove arrivasse Peter Pan, quale percorso lo avesse portato a svolazzare di notte nella camera di Wendy, come avesse fatto a diventare il solitario ragazzino volante divenuto simbolo del rifiuto di crescere, del diventare adulti? E da dove fossero arrivati i suoi compagni di avventure dell'Isola che non c'è, il malvagio Capitan Uncino, la fatina Trilli, e tutti gli altri conosciuti nel romanzo ma soprattutto nelle molte trasposizioni (come film, fumetto, musical, cartone animato) che la storia ha avuto?

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   27 Novembre 2014

City of God incontra Millions

Nelle sterminate discariche all'aperto di Rio brulica un'umanità che vive in condizioni subumane nelle favelas più miserabili (anche fra le favelas c'è una classifica). Un giorno i due ragazzini Rafael e Gardo, che sopravvivono recuperando il recuperabile che la società del benessere getta via, trovano un borsello che contiene sì un bel po' di soldi ma anche alcuni documenti che incuriosiscono il più sveglio dei due.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   07 Aprile 2014

Una persona nel taschino

"She may be the mirror of my dreams, a smile reflected in a stream". Siamo sempre più connessi ma sempre più solitari, incapaci di rapportarci fisicamente con l'umanità che ci circonda, preferendo sms, facebook o whatsapp alla telefonata, all'incontro dal vivo. Incontrare fisicamente, infatti, conformarsi a un'altra persona, sembra quasi una violazione della privacy. L'umanità si aggira così in un panorama di desolata solitudine, percepita come un'importante affermazione individuale, mentre nell'inconscio dilaga il disagio di vivere.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   30 Aprile 2013

Follow the Money
I soldi sono il più potente propulsore per la razza umana. Con i soldi si conseguono sesso e potere. Ma anche col sesso si possono conseguire soldi e di conseguenza potere. Di un triangolo di questo genere si parla nell'ultimo film di Steven Soderbergh, Effetti collaterali. La crisi ha colpito duramente a New York, mettendo in difficoltà molte attività legate alla finanza e in galera molti personaggi troppo disinvolti. Ma altre attività, legate indirettamente alla crisi sono invece lievitate in borsa: fra queste le multinazionali che confezionano quegli antidepressivi e ansiolitici che sono indispensabili per digerire cambiamenti di vita così radicali. Martin (Channing Tatum), ex ricchissimo broker, esce di galera dopo quattro anni per insider trading Ha perso tutto tranne la mogliettina Emily (Rooney Mara), caduta però in profonda depressione, dopo che oltre che il marito le è stata portata via la sua bella vita da ricca, alla quale si era prontamente abituata, da artista frustrata finita a fare la cameriera.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   03 Febbraio 2012
Dopo la trasposizione cinematografica del 2009 per mano del regista danese Niels Arden Oplev, tornano sugli schermi Mikael Blomkvist e Lisbeth Salander, i protagonisti dei fortunatissimi romanzi di Stieg Larsson (65 milioni di copie in 46 paesi), questa volta sotto la direzione di David Fincher, incarnati nel divo Daniel Craig e nella quasi principiante Rooney Mara. Con una sceneggiatura di Steve Zaillian che ripercorre le tracce del film precedente, che a sua volta era di discreta fedeltà nei confronti del romanzo, il film racconta con maggiore ricchezza di stile e di mezzi la cupissima vicenda che ormai ben conosciamo.
Postato in Cinema
Pagina 1 di 5