Di Giuliana Molteni   |   13 Febbraio 2017

 Un cuore in inverno

Il terzo film di Kenneth Lonergan racconta la Long Way Home di un uomo devastato da un lutto inenarrabile, irreparabile. Lee si è annientato in un lavoro meccanico e solitario, addetto alla manutenzione di un condominio popolare alla periferia di Boston, chiuso dopo il lavoro nello scantinato dove vive, o a ingaggiare qualche rissa al bar con degli sconosciuti.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   12 Marzo 2015

Nobili sentimenti

Romanzare la storia può avere un suo senso, per facilitare la divulgazione di eventi che altrimenti sarebbero dimenticati, specie dalle nuove generazioni in cui famiglie e scuola non sembrano interessati a coltivare alcuna memoria storica. La vicenda narrata in Suite Francese inizia in Francia nel giugno del 1940. I parigini stanno abbandonando la città e si riversano nelle campagne, incalzati dall'avanzata dell'Esercito tedesco, che dilaga nel paese, invasione ufficializzata poco dopo dall'accordo con il Generale collaborazionista Pétain.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   18 Giugno 2014

La parte per il tutto

Per certi nostri distributori, non basta prendere un Oscar per vedere distribuiti tutti i propri film, si deve morire, proprio morire, meglio se anzitempo e drammaticamente se possibile. Per diffondere il film nelle sale, nel 2008 e anche in seguito, non era stata infatti sufficiente la presenza come protagonista di Philip Seymour Hoffman così come non era sufficiente un autore come Charlie Kaufman, qui anche regista dopo avere scritto film come Essere John Malkovich, Human Nature, Il ladro di orchidee, Confessioni di una mente pericolosa, Se mi lasci ti cancello.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   07 Marzo 2013

It's a kind of magic
Magia è rendere possibile l'impossibile. Questo almeno è quanto noi comuni mortali vorremmo dai "maghi". Invece però di personaggi dotati di reali poteri sovrannaturali, tocca accontentarci di simpatici ciarlatani, che ci imbrogliano con un sorriso. Vorremmo persone capaci di far camminare gli storpi, ci devono bastare colombe che svolazzano dai cilindri. Questo è Oscar Diggs, detto Oz, e nulla più, un illusionista, un prestigiatore. Per fare spettacolo deve però fingere di avere davvero doti speciali, anche se oltre a Houdini il suo mito è Thomas Edison. Così fa il Mago, con la maiuscola, per riuscire a portare a casa anche solo qualche moneta nel misero circo di freaks, che si trascina stancamente sulle polverose strade del Kansas nei primi del '900. Per un pasticcio di donne, si trova costretto alla fuga e la sua mongolfiera, risucchiata in un uragano, viene risputata in un fiabesco universo che, guarda un po', è proprio il Regno di Oz.

Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   01 Marzo 2013

Continua la campagna che ci accompagnerà fino all'uscita di Oz the Great and Powerful. Oggi, sono arrivati online il nuovo trailer, ricco di battaglie e creature, e un lungo Behind the Scenes di 13 minuti. Dalle prime indiscrezioni trapelate sembra che il film di Sam Raimi non sia niente male...

Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   21 Febbraio 2013

Oz the Great and Powerful sembra sia uno dei film dell'anno (chi l'ha visto ne ha parlato molto bene) e la Warner continua la campagna di marketing con questa nuova clip che mostra James Franco e Michelle Williams saltellare nel colorato universo di Oz a bordo di due...bolle trasparenti. 

Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   17 Febbraio 2013

Intervistata in una recente puntata del Jimmy Kimmel Live, Rachel Weisz ha portato con se in trasmissione una sorpresa: la prima clip da Oz the Great and Powerful, sequel/prequel diretto da Sam Raimi di Il Mago di Oz. La clip mostra la strega Evadora (Wesz) discutere animatamente con Theodora (Mila Kunis) a proposito dell'arrivo ad Oz di un giovane mago (James Franco). Le prime indiscrezioni trapelate ad Hollywood parlano di "un buon film"...

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   13 Febbraio 2013

Scene di un matrimonio
"Quando finisce un amore, così com'è finito il mio, senza una ragione né un motivo, senza niente...." (Cocciante). Quando l'amore si esaurisce, può finire fra liti, urla, botte, magari dopo un tradimento, si può spegnere soffocato dalla quotidianità, mentre impercettibilmente i due amanti si allontanano per strade diverse, rifiutando la necessità di un avvertimento, di un chiarimento. Lui e lei, ciascuno col proprio fardello sulle spalle, si sono amati tanto, against all odds, hanno fatto famiglia. Ma il tempo ha consumato (sassi che il mare ha consumato, sono le mie parole d'amore per te - Paoli) il loro rapporto, logorato dalla routine. Che per Dean va benissimo, un lavoro da imbianchino senza impegno e poi la sua famiglia, la moglie amatissima e l'adorabile bambina. Ma che non va più bene a Cindy, infermiera mirata verso un miglioramento sul lavoro, da cui conseguirebbe il cambiamento di una vita che ormai le sta stretta. Uno appagato di avere l'oggetto del suo amore, l'altra semplicemente non più, proiettata verso un altro futuro.

Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   13 Febbraio 2013

La Warner ha appena diffuso due nuovi TV Spot per il film di Sam Raimi, Oz the Great and Powerful, prequel del classico Il Mago di Oz. I due video mostrano qualche nuova immagine ancora inedita e stimolano la curiosità per uno dei film più attesi dell'anno. 

Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   05 Febbraio 2013

Anche se il recente Super Bowl americano ha totalizzato meno spettatori rispetto al 2012 (un paio di milioni in meno), l'evento rimane ai primi posti nella storia della televisione. Tra i vari spot mandati in onda dagli Studios, uno dei più attesi era proprio questo di Oz the Great and Powerful: enjoy

Postato in Cinema
Pagina 1 di 5