Di Giuliana Molteni   |   17 Marzo 2017

 La forza del singolo

Nome omen... Loving si chiama di cognome quel Richard che nel 1959 si innamora e sposa la sua Mildred. Ma siamo nello Stato di Virginia e sono anni in cui un uomo non si può semplicemente innamorare di una donna e sposarla. Non può se lui è bianco e lei è nera. Parliamo di 60 anni fa e sappiamo che, pur fra mille ostacoli e ricorrenti tragedie, oggi la situazione è migliorata.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   17 Novembre 2016

 

Susan non dorme a mezzanotte

Quando cominci un viaggio non sai mai come può andare a finire. È finito male quello di Susan e Edward, innamoratissimi sposi ai tempi dell’Università, contro il volere della ricca e repubblicana famiglia di lei, che invece aveva deciso di credere nelle doti di scrittore di lui. Ma il tempo ha lavorato contro di loro e si sono dolorosamente lasciati. Ed è finito anche peggio il viaggio di Tony, protagonista del romanzo che vent’anni dopo Edward pubblica, ormai divenuto lo scrittore in cui Susan non aveva mai voluto credere, incapace in fondo di affrancarsi da quanto inculcato dalla sua famiglia, che voleva mondanità, successo, denaro.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   22 Settembre 2016

 

La potenza  di un  autografo

Poteva un uomo (neanche un Presidente), semplicemente un uomo come Richard-Dirty Tricks-Nixon essere interessato a conoscere un personaggio come Elvis-The Pelvis-Presley? Ma proprio per niente e infatti, all’occasione, la sua prima reazione era stata di sdegnato diniego. Nel 1970, prossimo a quel Watergate che ancora non sapeva gli sarebbe costato la presidenza, e alle prese con gravi problemi di politica estera, Nixon riceve una strana richiesta, recapitata e formulata in modo inusuale. E non poteva essere diversamente perché arrivava da Elvis, il Re dei Re della musica, che lo voleva incontrare alla Casa Bianca, solo sette anni prima di finire ammazzato dai suoi eccessi.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   18 Febbraio 2016

 

 

Home Is Where the Heart Is
Un uomo è la sua terra, è la sua casa. Il regista Ramin Bahrani. americano di origine iraniana, nel suo film precedente, A qualsiasi prezzo, aveva raccontato la tragedia famigliare di un proprietario terriero, un grande agricoltore alle prese con una crisi famigliare e un confronto con la multinazionale Monsanto. Nel suo nuovo film 99 Homes, di cui anche co-scrive la sceneggiatura, tocca un altro tasto dolentissimo della società americana, il post-crisi dei sequestri delle case, dei pignoramenti, degli sfratti.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   06 Novembre 2015

Non nel mio cortile, grazie

Quanti anni sono passati dalla storia raccontata nel film Philadelphia? 22. E' cambiato qualcosa negli USA sui diritti degli omosessuali? Sulla carta tanto, nella pratica come sempre meno. Perché il Governo emana le leggi che poi nella loro applicazione trovano l'ostilità dei piccoli uomini che dovrebbero applicarle sul territorio (dai tempi delle leggi razziali in poi) e frappongono cavilli, ostacoli di vario genere.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   06 Febbraio 2015

A sangue freddissimo

Un'altra storia vera approda sui grandi schermi, anche se la distribuzione italiana è in ritardo di due anni, nonostante il film avesse suscitato un certo interesse alla sua presentazione al Festival di Venezia nel 2012. Si tratta di The Iceman, diretto da Ariel Vromen, che racconta le gesta di Richard Kuklinski, killer agli ordini della Mafia di New York fra gli anni '60 e '70, si dice responsabile di circa cento omicidi.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   28 Agosto 2014

Una lunga estate calda

Finalmente, e sottolineiamo finalmente, la distribuzione italiana osa un gesto di inusitata audacia, eroico, oseremmo dire, distribuendo in sala Mud, film del 2012, interpretato da un Matthew McConaughey, ancora non asceso allo stato di grazia attuale (per i più distratti).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   25 Novembre 2013

Nostalgia di Christopher (Reeve)

Warner pubblica su Blu-ray L'uomo d'acciaio diretto da Zack Snyder anche in un'edizione su due dischi, con le versioni i 3D e in 2D, della quale parliamo qui. Il Blu-ray ripropone con fedeltà la fotografia originale sporca e granulosa (come in 300 e Sucker Punch), che evidentemente risponde ai canoni estetici di Snyder, dalle dominanti sempre poco sature e molto naturali. Il quadro è comunque pulitissimo e così ben dettagliato da comunicare spesso una sensazione di tridimensionalità.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   17 Giugno 2013

Emarginato o Dio?
Ci sono favole che possono essere raccontate mille volte, con mille variazioni, restando sempre valide, capaci di rilanciarsi di decennio in decennio, di generazione in generazione, aggiornandosi al gusto del pubblico mano a mano che questo evolve (vale anche per Shakespeare). Quindi eccoci a parlare della nuova versione di una storia che conosciamo bene, quella di Superman, in Italia conosciuto negli anni '50 come Nembo Kid (prima ancora come Ciclone), personaggio nato nel 1932 dalla penna di Jerry Siegel e Joe Schuster, anche se pubblicato solo nel '38. E purtroppo questa volta il gioco non funziona, nonostante al lavoro si siano messi alcuni personaggi che hanno saputo regalarci in precedenza parecchie ore di spettacolare, intelligente divertimento (Christopher Nolan, David S. Goyer, Zack Snyder).

Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   15 Aprile 2013

Manca poco all'uscita di Superman: Man of Steel e la Warner Bros. ha iniziato una campagna di mareting che diventerà sempre più intensa. Oggi è stato diffuso un video virale che mostra (anzi, che ci fa sentire) il Generale Zod (Michael Shannon) mentre lancia un ultimatum a Superman e ai terrestri. 

Postato in Cinema
Pagina 1 di 5