Di Giuliana Molteni   |   19 Aprile 2017

 La banalità del Male

15 aprile 2013, a Boston fra il pubblico che assiste alla storica maratona, scoppiano due bombe artigianali ma non per questo meno devastanti. I morti sul posto sono miracolosamente solo tre (di cui un bambino di otto anni), ma ci sono 264 feriti, dei quali molti subiranno tragiche mutilazioni (un poliziotto sarà ucciso in seguito). Oggi Peter Berg insieme a Mark Wahlberg (di nuovo insieme dopo Lone Survivor e Deepwater Horizon) ci racconta quelle drammatiche quattro giornate, che si sono concluse con l’uccisione di uno degli attentatori e la cattura dell’altro.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   27 Marzo 2017

 Fare i conti senza l’oste

Esce su Blu-ray Warner l’ultimo film di Ben Affleck, qui solo nelle vesti di interprete. L’immagine è sempre molto nitida, con un’elevata definizione che restituisce alla perfezione la fotografia originale dalle dominanti fredde per l’attualità, più calde nei flashback.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   28 Ottobre 2016

 

Fare i conti senza l’oste

Ha avuto un’infanzia travagliata, Christian Wolff, ragazzino autistico negli anni ’80, quando ancora di questo handicap si sapeva poco. Ha dovuto anche subire l’abbandono della madre, che incapace di reggere un simile impegno ha lasciato lui, il fratellino e il padre, per rifarsi una vita meno tribolata altrove. È cresciuto con la durissima educazione del padre, Colonnello dell’Esercito, nessuna radice in nessun posto, due cambi di residenza all’anno, ogni volta nuovi ostacoli da superare per ambientarsi, in un mondo che lo vedeva come uno strambo da sbeffeggiare e al quale rispondere colpo su colpo.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   27 Agosto 2015

Erase and rewrite

Non c'è niente fare. Quando uno è partito in carriera come bel ragazzo, sarà perseguitato tutta la vita da quel ruolo. Così Hugh Grant, il ruffianissimo protagonista di infinite commedie sentimentali, che sulle imbarazzate faccette, sulle strizzatine d'occhio da miope ha (simpaticamente però) costruito una carriera.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   08 Luglio 2015

Meno male che c'è Arnold

Fra i tanti modi usati per definire la ripresa di un'idea forte, che si era rivelata vincente in campo cinematografico, dopo remake, prequel e sequel, era arrivato il reboot. Per Terminator Genisys ci viene detto che si tratta di un reset. Si prendono cioè i noti e amati personaggi della lunga saga (4 film e una serie tv) e si rimettono in scena eventi già noti, apportando però molte variazioni.

Postato in Cinema
Di Paolo Zelati   |   26 Agosto 2014

Lo hanno definito in tutti i modi: thriller, dramma, jazz-thriller e perfino "il più spaventoso horror dell'anno". Ma la cosa sulla quale tutti sono d'accordo è che Whiplash, diretto da Damien Chazelle, sia un film straordianario. Dal trailer, forse, possiamo intuirne il perché...

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   14 Novembre 2013

Credere nell'impossibile
Il Genio, il Guru, il Santo Padre degli oggetti più amati, della tecnologia che ha reso più liberi. Per altri una specie di Genio del Male, l'astuto manipolatore di mercato, il monopolista che subdolamente ha ammaliato i mercati mondiali, schiavizzando le masse nel legame con la dipendenza dai suoi prodotti (altri dicono circa le stesse cose di Bill Gates, consoliamoci). Steve Jobs è morto da solo due anni e già arriva sugli schermi una rispettosa biografia. Con una struttura tradizionale, partendo dalla presentazione dell'iPod del 2001, la narrazione ripercorre la vita di Jobs dai tempi dell'Università in poi, ragazzo adottato che non conosceva i suoi genitori biologici, con la sua caratteristica di girare scalzo (e complessivamente poca igiene, come già si diceva in I pirati di Silicon Valley ma riguardo a Bill Gates, vuoi dire che genio e cattivi odori vanno a braccetto?).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   20 Giugno 2011

Ottima edizione su Blu-ray Universal per Megamind, un divertente film in animazione Dreamworks. Immagine di definizione perfetta nella resa nitida della colorata fotografia originale. L’audio è di buona potenza, sempre dettagliato nel restituire musiche, ambiente ed effetti sonori, con dialoghi bene in evidenza. Abbondanti e divertenti gli extra, che comprendono “Megamind, il bottone col botto”, un corto di 15 minuti; “incontra il cast”, (nell’originale Magamind è doppiato da Will Ferrel, in italiano dal nostro ottimo Roberto Pedicini, “cattivo storico”). Troviamo poi una scena eliminata, il “Mega Rap”, il video/fumetto “Il regno di Megamind”, con i testi però in inglese, un gioco “Trova le differenze” e una carrellata sui prodotti di Dreamworks Animation con 4 video. Per chiudere l’anteprima del videogioco. Il pezzo forte sono tre speciali: “Dentro il covo”, sulla caratterizzazione dei personaggi, sul lavoro degli animatori e sul disegno di Megamind (in tutto circa 22 minuti).

Postato in Homevideo
Di MovieSushi.it   |   12 Giugno 2010
Un paio di settimane fa vi avevamo rivelato che la Sony e Marc Webb stavano scegliendo tra 5 attori per interpretare Peter Parker nella nuova versione di Spider-Man: Jamie Bell, Andrew Garfield, Alden Ehrenreich, Frank Dillane e Josh Hutcherson.
Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   01 Giugno 2010

La scorsa settimana vi abbiamo rivelato i cinque attori candidati a interpretare Peter Parker nel reboot di Spider-Man.

Postato in Cinema
Pagina 1 di 7