Di Giuliana Molteni   |   07 Maggio 2017

 L’inestinguibile sete

Quale è la sottile linea che separa l’imprenditore di successo dal giocatore d’azzardo, il baro dal sognatore, il piazzista imbroglione dall’investitore di successo, il grande speculatore dall’astuto truffatore? Molto sottile e in tanti devono averla attraversata in un verso e nell’altro, anche più volte, a seconda che la capricciosa Fortuna decidesse di baciarli o affossarli.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   03 Novembre 2016

 

Someone’s Watching Over Me

Tutti al mondo hanno qualcuno da accudire, da aspettare, da abbracciare, da amare, con cui ridere, scherzare, fare sesso. Tutti tranne l’infelice Rachel (Emily Blunt), ragazza devastata dal tradimento e dal conseguente abbandono del marito. Ormai alcolizzata e disoccupata, passa le sue giornate a fare avanti e indietro sui treni che collegano gli eleganti sobborghi in cui viveva con la vicina città.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   28 Gennaio 2016

Onda su onda

Il modo migliore di porsi nei confronti del remake di un film famoso, venuto già benissimo di suo, sarebbe quello di non avere mai visto l'originale. Inevitabile altrimenti l'effetto Nostalgia (letto con l'accento all'americana), che facilmente rovinerà il risultato. Per il "come eravamo", per il "candore" col quale un tempo guardavamo non solo i film ma forse anche la vita. Adesso siamo tutti cattivissimi, iper-critici, cinici e pignolissimi e vagheggiamo un passato in cui non lo eravamo ancora (chissà se c'è mai stato).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   28 Gennaio 2016

Una donna, uno strofinaccio, che altro?

Cosa aguzza l'ingegno? La necessità in genere, unita indispensabilmente a una mente creativa. Ma la strada è tutta in salita perché senza risorse finanziarie, senza i giusti consigli legali non solo non si può sfondare ma si rischia di finire annientati. Perché il mondo reale, il mondo degli affari, non è una bella favoletta e non tutti finiscono felici e contenti.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   21 Agosto 2014

Ci vuole fede...

Il Male è fra noi. Talvolta a leggere la cronaca politica (estera per fortuna) e la nera, a sentire di immani stragi, di inspiegabili e crudeli delitti, ci si interroga pensosamente sulla natura ferina dell'essere cosiddetto umano. Comoda quindi l'invenzione del Demonio, cui attribuire tutte le responsabilità.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   29 Febbraio 2008

Non stupisce che lo script di questo Prospettive di un delitto fosse inizialmente stato pensato per il serial 24, il telefilm poliziesco che si sviluppa nell'arco temporale di un giorno, mescolando i punti di vista dei protagonisti che prendono parte alla storia. Il film infatti parte da un espediente narrativo tanto semplice quanto classico quale è l'attentato al Presidente degli Stati Uniti, per costruirvi poi intorno un rompicapo, in cui la prospettiva di ognuno degli otto personaggi protagonisti costituisce un tassello importante utile a ricostruire il puzzle.

Postato in Cinema