Di Giuliana Molteni   |   16 Febbraio 2017

 Meglio orfani?

Mamma e papà si sono amati molto, fin da giovani, hanno fatto tre figli e pure carriera, lei ingegnere in una raffineria, lui ostetrico rinomato. E sono arrivati pure i soldi, che hanno donato un certo benessere. Ma gli anni passano, l’amore finisce, si resta amici ma non basta. E allora si pensa di divorziare.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   24 Marzo 2016

 

L’arte di arrangiarsi

Da una lontana provincia italiana, il delizioso paesello di Pietramezzana, Dolomiti della Lucania, piccole case arroccate fra verdi pendii, gole rocciose e nuvole (nome di fantasia, la zona è realmente quella, bellissima), dove tutti sognerebbero di ritirarsi per ritemprarsi dallo stress metropolitano, sono invece fuggiti quasi tutti, perfino il Sindaco, abbandonando i cittadini a loro stessi. L’economia locale è precipitata dopo la chiusura della miniera, unica attività della zona, e i 120 abitanti sopravvissuti tirano a campare con l’assegno di disoccupazione e qualche stratagemma all’italiana.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   19 Febbraio 2015

Anche i camorristi piangono?

Sembra che per sfuggire al logorio della vita moderna, ben più drammatico da quello denunciato nei famosi spot Cynar degli anni '60, non resti che ritirarsi in campagna. Come il protagonista di Gemma Bovery, ma ancor più come il gruppetto di disadattati in Una piccola impresa meridionale con Rocco Papaleo o La nostra terra con Stefano Accorsi, anche i protagonisti di Noi e la Giulia si trovano a condividere un cadente ma fascinoso casolare in un imprecisato meridione.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   22 Maggio 2013

Il nostro viaggio è immaginato
Jep Gambardella è un ricco sfaccendato, emigrato in gioventù a Roma da un imprecisato Sud. Aveva ambizioni da scrittore ma un solo libro ha in effetti scritto, sulla cui gloria ancora campa, in quanto a soldi e reputazione. Con la scusa di essere un cronista mondano, conduce una vita da festaiolo impenitente, ogni notte un party diverso, fra faccendieri, bottegai, pseudo-intellettuali e discutibili artisti, tutti aspiranti qualcos'altro. Permeato da uno spleen degno di un Petronio alla corte di Nerone, si aggira nella sua casa con terrazza da colpo al cuore affacciata sul Colosseo, ormai costretto a fare mostra di divertirsi di qualcosa che col tempo gli è venuto a noia, mentre dissipa un talento che chissà se c'è mai stato.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   11 Giugno 2009

E come ogni Natale, ora anche ogni estate abbiamo la nostra buona dose di cine - panettone, abilmente ridefinito “cocomero” per stare al passo con la stagione più che coi tempi. Si cambia registro, in qualche modo, e al posto della formula episodica, si torna a quella della storia a intreccio che già ha fatto la fortuna dei fratelli Vanzina da Vacanze di Natale (1983) a oggi.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   09 Giugno 2009

Costato la cifra di cinque milioni di euro, Un’estate ai Caraibi irrompe nelle sale cinematografiche cavalcando il successo ottenuto dal cine cocomero Un’estate al mare, anno 2008. Quest’anno verrà inoltre fatta una anteprima benefica, a favore dei terremotati d’Abruzzo e la ricostruzione di un orfanotrofio a Onna.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   27 Marzo 2009

Di cosa parliamo quando parliamo di mostri? I mostri sono personaggi che vivono tra noi, travestiti da persone che sembrano normali. Ma il mostro che c’è in loro all’improvviso e li costringe a tirare fuori la parte peggiore. Così I mostri e I nuovi mostri nel 1963 e nel 1977 cercavano – riuscendoci pienamente – di raccontare l’imbarbarimento dell’Italia di quel tempo. I mostri oggi cerca di andare nella stessa direzione, usando lo schema dei celebri predecessori: quello del film a episodi, fatto di storie brevissime e taglienti, come novelle letterarie che si risolvono con un’epifania, finale che svela e rivela, ribaltando spesso l’apparenza iniziale. Nobili che parlano forbito, persone che aiutano i disabili o soccorrono feriti, famiglie preoccupate per il lavoro e la vita sentimentale dei propri figli, attori che si ricordano dei vecchi amici, coppie o ragazzine alle prese con problemi economici, preti, strizzacervelli e maniaco-depressivi, mamme amorevoli in cerca della figlia. Nessuno è come sembra all’inizio. Siamo un popolo di egoisti, esibizionisti, menefreghisti, truffaldini e opportunisti. Questo è il quadro dell’Italietta (ricordate Il caimano?), un paese che non può che essere abitato da “italianini”. Ma non lo sapevamo già?

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   25 Marzo 2009

Ci sono i mostri contro gli alieni, ma questo è un altro film che uscirà ad aprile. In questo fine settimana esce I mostri oggi, di Enrico Oldoini, presentato ieri a Roma, e la sfida stavolta è mostri contro mostri. Nel senso che i mostri di oggi si devono confrontare con quelli di ieri, gli indimenticabili film a episodi de I mostri (di Dino Risi, 1963) e I nuovi mostri (di Risi-Scola-Monicelli, 1977).

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   03 Marzo 2009

Per I mostri oggi Warner Bros Italia sperimenta una operazione pubblicitaria diversa.

Postato in Cinema