L'ultimo film di Tobe Hooper boicottato dai produttori: in esclusiva le prime immagini

Di   |   07 Gennaio 2012
L'ultimo film di Tobe Hooper boicottato dai produttori: in esclusiva le prime immagini
 Era parecchio tempo che non si sentiva parlare di Tobe Hooper, regista dell’horror cult anni Settanta Non aprite quella porta, nonché uno dei padri fondatori del New Horror americano. Negli ultimi anni, il regista americano sembrava essere tornato prepotentemente sulla breccia grazie a due episodi firmati per la serie Masters of Horror ed il lungometraggio Mortuary (da noi Il guardiano). Poi, però, più niente. Ma se questo ci ha fatto pensare ad un’improvvisa pigrizia del regista di Poltergeist…oggi dobbiamo ricrederci grazie ad una fonte anonima (ma interna alla produzione) che ci ha raccontato una storia veramente incredibile e che noi vi proponiamo su Moviesushi in esclusiva assoluta

Nel marzo scorso, infatti, Tobe Hooper si è recato ad Abu Dhabi per dirigere un horror intitolato Djinn, finanziato dalla Image Nation (di cui è presidente Mohammed al-Mubarak, il fratello del presidente del Manchester City, per intenderci…) e supportato dal governo locale. Il film (girato negli appena nati Studios di Abu Dhabi) è stato completato nel mese di ottobre 2011 ed il trailer presentato all’ultima edizione del Toronto Film Festival indicante come data d’uscita Gennaio 2012. Peccato che, poi, del film non si sia saputo più nulla. Il motivo? La nostra fonte è molto precisa in merito: pare, infatti, che qualche importante membro della famiglia reale di Abu Dhabi abbia visto il film e l’abbia giudicato “non idoneo a fornire un’immagine corretta degli Emirati Arabi” tanto da giudicarlo politicamente sovversivo e a costringere Mubarak (probabilmente con una generosissima donazione) a bloccare la distribuzione di Djinn. Sempre secondo la nostra fonte ben informata, inoltre, il film è stato mostrato recentemente ad un pubblico selezionato londinese (i famosi screen test) ottenendone degli ottimi risultati, tanto che due grosse compagnie di distribuzione (non ci è dato di sapere chi) si erano offerte di comprare immediatamente Djinn…peccato che Mubarak non abbia nemmeno voluto ascoltare le loro offerte. In tutto questo, Tobe Hooper (e con lui tutto il cast tecnico ed artistico che ha lavorato nel film) sembra non avere voce in capitolo e, cercando di sbloccare la situazione, si sta imbattendo in una sorta di grottesco complotto ordito dagli stessi finanziatori del film: semplicemente assurdo. Pere, inoltre, che tutti coloro che cercano delle spiegazioni ricevano risposte diverse: ad un attore, racconta sempre la nostra fonte, sembra sia stato spiegato che “il film non esce perché affronta un tipo di stregoneria che non si riconosce con le credenze della nazione”. In realtà, tutti sanno quello che sta succedendo ad Abu Dhabi ma nessuno, ovviamente, ha voglia di mettersi contro la Famiglia Reale, tantomeno i rappresentanti della stampa.

Djinn racconta la storia di una giovane coppia con un oscuro segreto che, dopo diversi anni passati all’estero, torna a vivere negli Emirati Arabi. Una volta stabilitisi in un quartiere di lusso, scoprono che i loro vicini di casa non sono quelli che dicono di essere….

Qui di seguito le prime (ed uniche) immagini del film. Nei prossimi giorni vi faremo vedere anche il trailer….stay tuned!