Di Giuliana Molteni   |   13 Febbraio 2017

 Un cuore in inverno

Il terzo film di Kenneth Lonergan racconta la Long Way Home di un uomo devastato da un lutto inenarrabile, irreparabile. Lee si è annientato in un lavoro meccanico e solitario, addetto alla manutenzione di un condominio popolare alla periferia di Boston, chiuso dopo il lavoro nello scantinato dove vive, o a ingaggiare qualche rissa al bar con degli sconosciuti.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   21 Aprile 2016

 

Officer Down

Una banda formata da due ex contractor e alcuni poliziotti corrotti fa i lavori sporchi per una mafia di ebrei russi (la “Mafia Kosher”), per legami di famiglia, per soldi, per incoscienza. Come non bastasse, nell’esercizio delle loro funzioni i poliziotti si mischiano anche al giro delle gang latine di trafficanti di droga. Fra la crudeltà estrema dei russi e la ferocia dei sudamericani, la Polizia regolare cerca di districarsi, con i pochi mezzi a disposizione e altissimi prezzi da pagare.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   18 Maggio 2015

I piedi nella terra, la testa fra le stelle

Ottima la versione su Blu-ray Warner di Interstellar, l'ultima opera di un regista che sta lasciando un segno personalissimo nella storia del cinema, Christopher Nolan. Nel Blu-ray ci sono gli stessi cambi di formato che erano presenti nella versione originale, un misto di Imax in 1.78:1e di 35mm in 2.39:1 ma, come in sala, sono irrilevanti. Colpisce invece la nitidezza incredibile delle sequenze girate per il formato Imax, che hanno una tale profondità da comunicare un vago senso di tridimensionalità.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   06 Novembre 2014

I piedi nella terra, la testa fra le stelle

Ci sono canzoni che ammaliano anche senza capire le parole del testo, così come la musica sinfonica evoca in ciascuno diverse sensazioni, mentre alla mente si affacciano immagini differenti. Talvolta i film di Christopher Nolan fanno questo effetto. Dopo essersi guadagnato il suo posto nella storia del cinema, oggi Nolan rivisita con il suo stile e le sue ossessioni il tema dei viaggi nello spazio e nel tempo, senza riuscire a realizzare quel capolavoro tanto annunciato e atteso (ma sarebbe ora di smettere di annunciare/aspettarsi sempre dei capolavori, bastano film interessanti).

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   28 Agosto 2014

La bianca America degli ultimi

Pennsylvania, terra di fattorie in fallimento e acciaierie in chiusura, di crisi e delusioni, di voglia di fuga e di rassegnazione. Siamo nel momento di passaggio dalla presidenza di George W. Bush a Obama, con tutto il suo carico di speranze, forse di illusioni. Russell (Christian Bale) è uno che ha chinato la testa, un onesto lavoratore, operaio in una di quelle acciaierie dove la vita è dura ma sarà ancora più dura quando chiuderanno.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   04 Marzo 2013

Attenzione ai "normali"
Ottima l'edizione su Blu-ray Universal per il film in animazione Paranorman, in stop motion realizzato con un mix eccezionale di artigianale manualità, stampanti in 3D e computer graphic. L'edizione che comprende sia il film in 3D sia quello "piatto", in 2D, gode di una grande profondità di campo con un'immagine smagliante, sempre nitidissima in ogni situazione, nella resa della bella fotografia originale, su tonalità spesso dark come il tono della storia. L'audio italiano è in DTS 5.1, potente e sempre ben dettagliato nella resa delle musiche e degli effetti sonori, che contribuiscono alla resa del film, con i dialoghi sempre nitidi, arrivando quasi al livello dell'originale inglese che è in DTS-HD Master Audio.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   11 Ottobre 2012

Attenzione ai "normali"
L'ambiente dello stop motion è un giro di simpatici pazzoidi, di geniali artisti disposti a perdere anni della vita per realizzare film in cui, un centimetro alla volta, si muovono pupazzi costruiti con certosina cura, con i materiali meno tecnologici immaginabili, cartone, peli, capelli sintetici, pezzi di spugna, fil di ferro, spilli, pezzi di pelle e di tovaglioli di carta, fango, plastilina. In tempi di computer grafica più vera del vero fanno quasi tenerezza, come vecchi dinosauri di un mondo in estinzione, oggetto di culto ristretto da parte di chi si rende conto di cosa c'è dietro ogni lavoro realizzato con questa tecnica. Lo stop motion, nato nel 1898, ha trovato i suoi massimi rappresentanti in Willis Harold O'Brien, dagli anni '20 in poi, e in seguito nel suo discepolo, il mitico Ray Harryhausen, per essere riportato poi in auge da Tim Burton. Parlando di questa tecnica, vanno menzionati anche l'ungherese George Pal, che scolpiva nel legno le sue creazioni, e gli autori della serie Wallace & Gromit, che sono Lord, Sproxton e Park.

Postato in Cinema
Di Giuliana Molteni   |   16 Aprile 2012

Poveri ignoti alla riscossa
Bella edizione su Blu-ray Universal per , una spiritosa commedia con la sua giusta dose d'azione, che aggiorna il tema di Robin Hood all'attuale crisi economica, con riferimenti precisi alla Merryl Lynch e ai finanzieri ladroni stile Bernie Madoff. Abbondanti e interessanti gli extra. Oltre a vari commenti tutti sottotitolati, troviamo il Video diario del regista Brett Ratner (23'), che ripercorre la lavorazione del film; nove minuti di scene eliminate con due finali alternativi e le papere sul set (4'). Il pezzo forte è però un "dietro le quinte" di 45 minuti suddiviso in sette capitoli, a rappresentare un quadro completo di ogni aspetto della lavorazione, che ha implicato problemi logistici e molti effetti in CG.

Postato in Homevideo
Di Giuliana Molteni   |   25 Novembre 2011

Il colpo della Torre: da non confondere con uno dei soliti film sul solito “colpo grosso” miliardario, Tower Heist è una spiritosa commedia con la sua giusta dose d’azione, che aggiorna il tema di Robin Hood all’attuale crisi economica, con riferimenti precisi alla Merryl Lynch e ai finanzieri ladroni stile Bernie Madoff.

Postato in Cinema
Di MovieSushi.it   |   23 Settembre 2011

Sebbene fosse il fratello Ben ad intepretare l'angelo caduto in Dogma, è sempre stato Casey ad avere il volto più angelico, anche se velato da un'aria sempre un po' enigmatica. Comunque c'è da dire che sono entrambi dei gran bei ragazzi. Scusate. Parliamo ovviamente dei fratelli Affleck, attori, registi e sceneggiatori e chi più ne ha più ne metta.

Postato in Cinema
Pagina 1 di 2