MovieSushi

You're Next: Recensione

di

Wild Animals

 

Pubblicizzato attraverso un'intelligente campagna di marketing che, passo dopo passo, ha puntato tutto sulle inquietanti maschere degli assassini (raffiguranti diversi animali), arriva nelle sale italiane You're Next, thriller horror diretto da Adam Wingard che, pronto nel 2011, era comparso in qualche festival per poi finire nel dimenticatoio.

La storia vede come protagonista la famiglia Davison, ricchi borghesi americani che si ritrovano in un' isolata dimora per una riunione famigliare: padre (Rob Moran), madre (Barbara Crampton, la mitica protagonista di ) e i quattro figli con i rispettivi compagni. Nel bel mezzo della cena, uno degli invitati (il regista Ti West in un ruolo divertente ed autoreferenziale) viene colpito ed ucciso da un dardo sparato attraverso una finestra. Da quel momento comincia l'assedio: un gruppo di sconosciuti, vestiti di nero e mascherati da animali, si scatena in una vera e propria caccia all'uomo. Panico e terrore prendono il sopravvento e solo la giovane Erin (Sharni Vinson) sembra possedere il necessario sangue freddo per passare al contrattacco. Nonostante l'evidente confusione narrativa di un film come You're Next sia programmatica, ovvero insita in un progetto atto a destrutturare il genere (anzi, i generi) con un accumulo di citazioni, rimandi e stili diversi, l'esecuzione di Wingard lascia molto a desiderare. Da Scream a , passando per Cane di paglia, il tutto in confezione The Strangers (Home Invasion movie), You're Next mira a spiazzare e a sorprendere ma, invece, l'accumulazione sbilanciata di spunti mai sviluppati a dovere, raramente centra l'obiettivo. Qualche intuizione, un paio di discrete scene gore e poco altro: occasione sprecata.

Peccato

5