MovieSushi

Toy Story 3 - La Grande Fuga: I giocattoli Pixar commuovono grandi e piccini

di

Straordinario. Una sola parola è sufficiente per definire il terzo capitolo della saga di Toy Story. Difficile per un film animato raggiungere questi livelli, difficile ancor di più se si tratta di un terzo capitolo. Erano anni che non si vedeva una pellicola di questo genere raggiungere livelli davvero eccelsi, ed ora con Toy Story 3 è arrivato il momento di togliersi il cappello davanti al piccolo capolavoro firmato Disney Pixar. 

C'è tutto quello che si può desiderare nella pellicola diretta da Lee Unkrich: da una trama sofisticata ed intelligente, capace di divertire ed educare i più piccoli ed al tempo stesso di far riflettere e commuovere gli adulti, a disegni, colonna sonora, espressività dei personaggi assolutamente perfetti. Chi non ha amato un proprio giocattolo al punto da considerarlo parte integrante della propria vita di bambino, fino al giorno in cui ci si è resi conto di essere improvvisamente cresciuti e di non averne più bisogno? Tutti ci siamo passati e così tocca ad Andy, il protagonista della storia, divenuto ormai un ragazzo in procinto di partire per il college. Woody e i suoi amici si troveranno nella difficile situazione di dover cercare una nuova casa ed al tempo stesso accettare la triste situazione che vede il bambino con cui hanno vissuto per tanti anni allontanarsi per sempre. Così il film si concentra su temi fondamentali quali l'amicizia, l'affetto, l'onesta, la fedeltà, l'amore, ma soprattutto l'accettazione del distacco.

Un concentrato di buoni sentimenti dosato e curato a dovere in una sceneggiatura che va applaudita per la sua genuina vitalità, a tratti contagiosa. Non mancano nuovi personaggi con cui fare conoscenza, tra cui la coppia Barbie-Ken che si rivela essere geniale ed esilarante. I doppiatori italiani (tra cui Fabrizio Frizzi e Massimo Dapporto) riescono nel difficile tentativo di non far rimpiangere più di tanto il cast stellare di voci originali, tra cui quelle di Joan Cusack, Tom Hanks e Tim Allen. Un film adatto a tutta la famiglia, da vedere tenendo a portata di mano una buona scorta di fazzoletti per le lacrime. in Toy Story 3 c'è molto più della perfezione delle immagini Pixar, questa volta giunte alla tecnologia 3D. Tanti buoni sentimenti che prendono vita grazie a questo cocktail straordinariamente riuscito di script e musica.

 
8