MovieSushi

Playmobil The Movie

Mai essere troppo rigidi!

di

Una sorella maggiore e il suo amato fratellino, affezionatissimi e assai solidali, restano orfani. Dopo quattro anni i due, piegati da un destino davvero crudele, sono in pessimi rapporti, lei è inutilmente severa, litigano e il ragazzino scappa a una mostra di giocattoli a Manhattan. La sorella lo insegue e insieme vengono magicamente risucchiati nel fantastico mondo dei Playmobil. Ridotti a due pupazzetti finiscono coinvolti in avventure che li portano lungo i vari “mondi” Playmobil, la nave dei Pirati, il mondo dei dinosauri, l’antica Roma, il West, il mondo delle Fiabe. Separati dal caso, si ritroveranno in un modo che appianerà tutti i loro contrasti, rendendoli entrambi migliori. All’inizio e alla fine del film vedremo i due protagonisti in carne ed ossa, che sono Anya Taylor-Joy e Gabriel Bateman, poi diventeranno rigidi pupazzetti. Diverso è stato il trattamento riservato ai mattoncini Lego, sui quali sono state inventate storie davvero trasversali capaci di intrattenere per motivi diversi platee di grandi e piccini. Qui si è scelto di realizzare un prodotto per piccini e basta, gradevole certo anche per un adulto, ma altri confronti non sono ammissibili. Il regista Lino DiSalvo, ex supervisore alle animazioni di Bolt, Rapunzel e Frozen, debutta alla regia (e scrive la sceneggiatura addirittura con altri 4 collaboratori) con film piccolo, dalla moralina facile e prevedibile, non spiacevole, ma che certo non resterà nella memoria a lungo. Da noi c’è pure J-Ax che doppia un imperatore romano e questo dice molto.

Poca cosa

6