MovieSushi

Non sono un assassino

Colpevole o non colpevole

di

Tre amici hanno trascorso più di vent’anni insieme, mentre facevano carriera in professioni in qualche modo collegate. Francesco (Scamarcio) è diventato vice questore, poliziotto d’assalto dai metodi sbrigativi, bell’uomo seduttivo e ambizioso, donne, macchine, bella vita. Giovanni (Boni) invece è un giudice fino al midollo, mirato nella sua lotta contro i boss mafiosi, un’ossessione che gli è costata il matrimonio. Giuseppe (Pesce) è finito a fare l’avvocato, ma è fallito per turbe psicologiche, un ubriacone cronico ostinato su un unico, impossibile oggetto d’amore. Si sono però persi di vista negli ultimi anni, ma il destino li rimetterà insieme. Francesco viene infatti accusato di avere assassinato Giovanni, dopo un’inattesa, solitaria visita notturna. Francesco a quel punto, pressato da una PM ostinata (Gerini), chiama l’inaffidabile Giuseppe a difenderlo. Lui vuole ristabilire la verità e, nel percorso, si ritrova a riflettere su molti punti nodali della sua vita e del rapporto con gli amici. Spesso gli eventi si possono vedere da diversi punti di vista. Ma in un omicidio non ce ne sono molti, a parte la verità. Sullo sfondo il filo conduttore di un patto misterioso fra i tre, uno dei quali in fondo sempre conscio di quello che la vita avrebbe potuto fare a ciascuno. Perché raramente i sogni dell’adolescenza reggono fino alla maturità. Non sono un assassino, tratto da romanzo di Francesco Caringella, diretto da Andrea Zaccariello (Ci sentiamo domani), è un thriller ben raccontato, spezzettando i fatti del passato remoto e prossimo in molti frammenti, brevi o anche brevissimi, un disegno fatto a pezzi e poi buttato sul tavolo come un puzzle da ricomporre. La soluzione non sarà imprevedibile (perché il dubbio è semplicemente fra colpevole e non colpevole, come nell’aula del tribunale) e sarà anche vagamente moralista, eppure la storia incuriosisce nel suo procedere e, così frammentato in mille flashback, tiene desta l’attenzione dello spettatore. Quello di Francesco è un personaggio interessante, la cui personalità molto variegata viene resa con dedizione da Riccardo Scamarcio, che con la scelta dei suoi ultimi film lascia intendere come il noir, il thriller siano nelle sue corde in modo particolare.

Intrigante

7