MovieSushi

Nemico pubblico n°1 - L'ora della fuga: Kill Mesrine vol. 2

di

La seconda parte del film Nemico Pubblico n.1 è ancora più lunga, più adrenalinica e soprattutto più spavalda della prima.

L'ora della fuga è il suo titolo ed in effetti il nostro (ormai "affezionato") Jacques Mesrine altro non fa che fuggire, sempre, dalle carceri, dalle banche, dalla propria mediocre ombra. La sua è una continua e forsennata corsa verso la leggenda, fermata (e questo fin dall'inizio ci viene detto) dall'unica cosa da cui proprio è impossibile scappare: la morte.

L'atto conclusivo delle gesta di uno dei criminali francesi più noti alle masse è dotato di uno spessore psicologico che L'istinto di morte non aveva o aveva solo marginalmente. Il personaggio di Vincent Cassel giganteggia ancor di più, scatta come una scheggia impazzita e imprevedibile, si tramuta in maschera mutevole e ingrassata (20 chili) dalla fame di successo e di potere.

Se il primo episodio era un buon film di genere, questo è davvero un ottimo film di azione, crudele, sanguigno e granitico come gli action di una volta, con ritmo da vendere, ricostruzione ambientale quasi documentaristica per la cura dei dettagli, una perfetta asciuttezza (anti)spettacolare e personaggi veramente eccellenti (quanto però si sente la mancanza di Gerard Depardieu? Mathieu Amalric, fenomenale protagonista di Lo scafandro e la farfalla, è qui una figura troppo debole per rivaleggiare con Cassel).

Qualche schema narrativo ripetitivo di fughe dal carcere o di rapine in banca viene nascosto dalla straordinaria abilità alla regia di Jean-Francois Richet e da una colonna sonora davvero al cardiopalma. Ci sono sicuramente allentamenti di tensione e la durata nel complesso è forse eccessiva, ma si gode di uno spettacolo non scontato e davvero trascinante. Di certo un personaggio come Mesrine al cinema non lo ritroveremo con facilità. Per ora il titolo di numero 1 se l'è proprio guadagnato.

Per i nostalgici degli action-movie anni Settanta e per chi ha voglia di spettacolo asciutto e poco patinato.

7