MovieSushi

Game Night

Quando il gioco si fa duro….

di
Max (Bateman) e Annie (McAdams) sono due adulti, due circa quarantenni edonisti e superficiali, sempre stati dei grandi appassionati di giochi, giochi da tavola, da compagnia, giochi di qualche spessore o anche del tutto scemi che però presuppongono una grande conoscenza della “cultura” pop e una spolverata di cultura generale. Richiedono inoltre affiatamento e competitività sfrenata. Si sono conosciuti giocando, giocando si sono innamorati e poi sposati e così sono andati avanti, sempre giocando, due lieti e spensierati bamboccioni che non hanno ancora messo la testa a posto. Si vorrebbe fare un figlio ma se poi non si potesse giocare più? E poi gli spermatozoi sono lenti. Ogni settimana si trovano con gli amici nella loro bella villetta dei soliti sobborghi borghesi, tutti degni di loro quanto a scemenza e superficialità, per passare liete serate di divertimento indovinando film, rispondendo a quiz.
Ma un giorno ricompare Brooks (Chandler), il fratello maggiore di Max, e tutto cambia. I due hanno sempre avuto un rapporto conflittuale e per fare pace Brooks organizza un gioco ben diverso, più appassionante e movimentato. Qualcosa però va storto e gli amiconi dovranno giocare in un modo mai fatto prima, con contorno di rapitori, mafiosi bulgari, furti, miliardari, fight club, sparatorie, ammazzamenti disinvolti, poliziotti psicopatici, inseguimenti in auto e aereo. Una Game Night molto movimentata, lontano dai divani del soggiorno. Ma se il gioco fosse una matrioska di giochi, alla fine che cosa troveranno i nostri? Il film contiene molti ribaltamenti di situazione assurdi ma così ben orchestrati da rendere lo spettatore tanto complice da abbindolarlo fino alla parte conclusiva (che contiene un cameo che renderà felici molti spettatori). Restare seduti fino alla fine dei titoli di coda. A dirigere questa divertente commedia d’azione davvero ben orchestrata, scritta dal promettente Mark Perez, ci sono John Francis Daley, faccia nota anche come attore e responsabile dello spassoso Come ti rovino le vacanze, già diretto insieme a Jonathan Goldstein, a sua volta autore di molte altre commedie fra le quali Come ammazzare il capo. Bisogna dire che Jason Bateman quando sceglie i suoi copioni di divertimento “ignorante” sa scegliere bene, e dopo i due Come ammazzare il capo e La festa prima delle feste, imbrocca un altro film davvero spiritoso e divertente. Il risultato è anche dovuto a un cast che nel suo insieme funziona benissimo, pieno di facce note e notissime, fra cui spiccano Jesse Plemons, nei panni di un inquietante poliziotto psicotico, e Billy Magnussen, un esilarante “stupido biondo”.

Si ride senza pensieri

8