MovieSushi

Angry Birds 2

Uniti si vince

di

Tornano i famosi uccellini arrabbiati, nati come videogame per smartphone del 2009, della finlandese Rovio, scaricatissimo e di grandissimo successo tanto da generare anche una serie tv. E arrabbiati non sono poi tanto, perché nella loro isoletta si respira un’aria serena. I soffici piumati si sentono infatti sicuri sotto”l’ala protettiva” del loro eroe Red, che finalmente in questo ruolo si sta rifacendo dei traumi di un’infanzia solitaria, emarginato come era a causa dei suoi sopracciglioni. Subiscono ancora qualche dispetto dai loro nemici storici, i gommosi Maiali Verdi, che abitano l’isola vicina, ma il pericolo vero sta arrivando da un’isola glaciale, governata da una dispotica gallinaccia dalle piume viola, che scopriremo avere un tormentato trascorso con uno dei protagonisti storici. Come la Turandot (Puccini viene citato in un altro passaggio del film), ha il cuore cinto di gelo e così scaglia distruttive bombe ghiacciate sulle isolette. A Birds e Pigs non resta che allearsi per combattere il comune nemico. Al fine del divertimento, non vanno dimenticati i tre adorabili pulcini (per una volta ben doppiati), impegnati, in una storia parallela, nel recupero delle “sorelline” di uno di loro, che ancora in forma di uovo, finiscono rimbalzate nei posti più improbabili. Dirige l’attore e sceneggiatore Thurop Van Orman, al suo primo lungometraggio. Quanto alle voci, ritroviamo Jason Sudeikis nel ruolo di Red, il giallo schizzatissimo Chuck è ancora Josh Gad, il tondo, lento ma esplosivo Bomb ha la voce di Danny McBride. Bill Hader è il Pig Leonard. Peter Dinklage fa meravigliosamente il mitico Mighty Eagle, l’aquila dalla testa bianca, nel cui culto è cresciuto l’orfanello Red, unico uccello che ancora sa volare, del cui passato apprenderemo interessanti segreti. In italiano abbiamo Maccio Capatonda, Alessandro Cattelan, Chiara Francini e Francesco Pannofino, che non può che fare Bomb. La new entry è il personaggio di Silver, sorella geniale di Chuck, che ha la voce di Rachel Bloom, mentre la “cattiva” è Leslie Jones. La sceneggiatura (c’è di mezzo anche Peter Ackerman di Ice Age), sceglie oculatamente di premere il pedale dell’assurdo e fra situazioni del tutto deliranti, nonsense a tratti davvero esilaranti, gag in stile slapstick, il film scorre veloce, davvero un riuscito prodotto di intrattenimento per grandi e piccini.

spassoso

7