Kiss Rocks Vegas: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   30 Maggio 2016

 

We Will Rock You

Partendo dal basso: stivali con zeppa e tacco 18 cm; fuseaux attillati, pelle, nera e argento, spandex, catene e lustrini, lamé e gilerini di pelle su torace villoso e tonico, chitarre lucenti bianche e nere, spalline spaziali, trucco bianco/nero glitterato e zazzera corvina arruffata. Una lunga lingua rossa. Vera, non disegnata. Sono i Kiss, la mitica band di hard rock, sulla piazza dai primi anni ’70, che non mostra segno di cedimento.

Steve Jobs DVD: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   30 Maggio 2016

 

Il mondo in tasca

Imperdibile, per chi abbia amato il film al cinema e soprattutto per chi lo abbia perduto, esce l’edizione Universal per l’homevideo di Steve Jobs, per molti un santone, un guru, un ispiratore, per altri una specie di Satana che ha avviluppato l’umanità nei cavi dei suoi Mac, dei suoi iPhone.

Colonia: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   26 Maggio 2016

 

Né la città, né il profumo

Di film su Cile di Pinochet ne abbiamo visti molti, di storie ne abbiamo sentite altrettante. Eppure c’è sempre qualcosa da imparare. Il film Colonia scritto e diretto da Florian Gallenberger, tratto dal libro di Erwin Wickert, ci racconta una nuova pagina di orrori, che però fanno da cornice a una grande storia di amore e sacrificio. Si inizia sulle bellissime note di Ain’t No Sunshine (when she’s gone, di Bill Withers e la Lei che se ne è andata potrebbe anche essere la democrazia).

Pelé: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   26 Maggio 2016

 

Vavá, Didì, Pelé

Edson Arantes do Nascimiento, soprannominato Dico dai genitori, noto al mondo come Pelé, è stato un calciatore leggendario. Rappresentante di quel “bel gioco” che fa la felicità degli stadi, in tutto ha realizzato 1283 gol in 1366 partite e collezionato 92 presenze internazionali. È riuscito perfino nell’impresa di rendere popolare il calcio negli USA. Considerato da Time una delle venti persone più importanti del XXI secolo, nominato dalla FIFA “Il giocatore del secolo”, ha ricevuto il pallone d’oro alla carriera, creato appositamente per lui.

Julieta: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   26 Maggio 2016

 

Mai una gioia

Julieta è una ancor bella donna sulla cinquantina che conosciamo mentre organizza il trasloco da Madrid al Portogallo, per seguire l’uomo che adesso, in età matura, ama. Ma non ce la fa a concedersi quella felicità, perché la sua vita, come apprenderemo nel lungo flashback di cui è costituito tutto il film, è sovrastata da una scura ombra fin dagli inizi.

Alice attraverso lo specchio: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   26 Maggio 2016

Ma Carroll è un'altra cosa

Alice è diventata un eroico Capitano di Marina commerciale, dal virile piglio. Al ritorno da un viaggio avventuroso alle Indie, si trova però espropriata della nave dal viscido Lord Ascott. Attirata dal Brucaliffo (ultima apparizione, anche se in CG, di Alan Rickman), finisce di nuovo attraverso lo specchio dove ritrova tutti i personaggi a lei cari: il Bianconiglio col panciotto, il gigantesco Stregatto che compare e scompare fluttuando nell'aria, i Gemelli Pinco Panco, le due Regine, la Rossa, e la Bianca.

Lost River Blu-ray: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   24 Maggio 2016

 

L’estetica alla sceneggiatura

Per la sua prima regia, Ryan Gosling sceglie come chiave narrativa una specie di brechtiano realismo magico/surreale che ambienta in un universo atemporale una storia che, senza gli eccessi alla David Lynch di cui è ricca, potrebbe essere perfettamente trasposta proprio nella città dove realmente è girata, quella Detroit devastata dalla crisi del 2008, grandi teatri, chiese, opere pubbliche, tutto abbandonato e dall’aspetto ormai post-apocalittico, interi quartieri di villette divenute fatiscenti, dopo gli sfratti imposti dalle banche, tutto lasciato a marcire fra vandalismi, ruspe, incendi.

Whiskey Tango Foxtrot: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   19 Maggio 2016

 

Guerre, amori e non solo

Whiskey Tango Foxtrot, nomi di codici militari sentiti in tanti film di guerra, può essere anche il più casto acronimo della nota esclamazione di sorpresa in lingua inglese. Sorpresa che ci sentiamo di provare dopo la visione del film, che visto il cast, formato da divi di non primissimo piano, e data soprattutto la presenza della famosa “commediante” Tina Fey, poteva sembrare ben altro.

Mortadello e Polpetta contro Jimmy lo sguercio: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   19 Maggio 2016

 

Calvo e più calvo

Dopo due esperimenti in live action, sbarcano sugli schermi in CG i personaggi disegnati nel lontano 1958 da Francisco Ibáñez, fumettista spagnolo, serie tradotta in 12 paesi. I due film con attori in carne e ossa risalgono al 2003 (La Gran Aventura de Mortadelo y Filemon) e al 2008 (Mortadelo Y Filemon. Mision: salvar la Tierra).

La pazza gioia: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   19 Maggio 2016

 

Pazze idee

Beatrice (dal fantozziano cognome Morandini Valdirana) è una dama dell’alta borghesia italiana, bon chic bon genre all’ennesima potenza, una degna del giro di Gianni Agnelli (e invece è fan del “Cavaliere”, il segno dei tempi), alla quale la ricchezza non ha potuto fare da scudo fino in fondo. Donatella semplicemente Morelli non è che una povera borgatara indifesa, la cui avvenenza ha prodotto solo sciagure, lasciandola sola di fronte a difficoltà che non aveva gli strumenti per affrontare.