Fury: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   29 Gennaio 2015

L'orrore della Guerra un tanto al chilo

Si vis pacem para bellum

--

War never ends quietly

Le idee sono pacifiche la storia è violenta

Seconda guerra mondiale, aprile 1945, fronte germanico, la guerra sta per finire. L'esercito americano provato da quasi un anno di combattimenti si scontra contro l'ostinata, suicida resistenza dei tedeschi. I carristi americani vengono mandati allo sbaraglio davanti ai colleghi tedeschi forniti di mezzi di indiscussa superiorità.

Gemma Bovery: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   29 Gennaio 2015

La provincia del nostro scontento

Voglio andare a vivere in campagna, voglio la rugiada che mi bagna (cit.). Di questo parere non è più Martin, che conosciamo come raffinato panettiere di un delizioso paesino francese della Normandia, dove l'uomo si è rifugiato in seguito a qualche disavventura, di cui sapremo però solo alla fine della storia.

Unbroken: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   29 Gennaio 2015

Se ci credi puoi farlo

Piacciono al cinema le biografie, le "storie realmente accadute", e gli schermi in questo periodo ne sono affollati (nella Notte degli Oscar fra i vari candidati a vari premi ne abbiamo ben sei). Arriva adesso l'ultima fatica di Angelina Jolie, già figlia d'arte, la più clamorosamente bella, madre e moglie fra le più invidiate, al lavoro finora come regista con In the Land of Blood and Honey, film rispettabile ma di budget contenuto, che forse ha voluto il suo "colossal", il suo film di guerra "da uomo", per mostrare che non solo Kathryn Bigelow ne è capace.

Italiano medio: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   28 Gennaio 2015

Santoiddio

Spazzatura siamo e spazzatura ritorneremo, nel frattempo ci sguazziamo dentro, che sia materiale o morale. Proprio in un impianto di riciclaggio trova lavoro il miserrimo Giulio Verme, ex figlioletto incompreso di coppia mostruosa tv-addicted, cresciuto in comprensibile odio per tutto quanto sia consumista, politicamente scorretto, global, non ecologico o equosolidale, condannato a una vita da fiero e infelicissimo sconfitto.

L'Uomo per bene. Le lettere segrete di Heinrich Himmler: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   26 Gennaio 2015

"A Decent Man"

Il 6 maggio del 1945 un gruppo di militari americani occupa la casa di famiglia degli Himmler a Gmund, in Germania. A quei tempi Himmler era Ministro dell'Interno del Terzo Reich, ex capo della Polizia e delle Forze di sicurezza. Contravvenendo agli ordini del Comando generale, un soldato sottrae una cassetta piena di documenti, che ricompaiono solo molti decenni dopo. Qualche anno fa la regista israeliana Vanessa Lapa, nota documentarista israeliana di origine belga, riceve notizia del ritrovamento di questa cassetta, piena ancora di lettere e fotografie originali.

Still Alice: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   22 Gennaio 2015

Quando dimenticare è una bendizione

E' bella la Famiglia Howland, e felice e unita. La madre, Alice (Julianne Moore), è insegnante di linguistica all'Università e il marito John (Alec Baldwin) è medico ricercatore. Poi ci sono i tre figli, Anna (Kate Bosworth), che sta seguendo un percorso di maternità assistita con l'amato marito; l'affezionato figlio Tom (Hunter Parrish), che si sta laureando, e Lydia (Kristen Stewart), che se n'è andata dalla costa est in California per inseguire la carriera di attrice.

Sei mai stata sulla Luna?: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   22 Gennaio 2015

L'amore è un orticello

Milano, grattacieli, Maserati, fashion e lusso. La bellissima Guia, redattrice in gran carriera di una rivista di moda, fidanzata del truffaldino commercialista Marco (Pietro Sermonti), si ritrova erede della masseria di famiglia, in Puglia. Niente ormai è più lontano dalla sua way of life, ma è costretta a recarsi sul posto per sbrigare le pratiche burocratiche. Si trova davanti una realtà inattesa: la grande casa è ancora abitata dal cugino un po' scemo Pino (Neri Marcorè) e nella dependance vive ancora il fattore Renzo, un vedovo con figlioletto (Raoul Bova), fra le cui braccia Guia cade quasi per sbaglio la prima notte.

John Wick: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   22 Gennaio 2015

La maledizione del Male

Ma chi sarà mai questo John Wick, il cui nome mette tutti sull'attenti, anche i boss più potenti e spietati? E' forse l'uomo nero, il Boogeyman di tante favole crudeli? No, lui è quello che si chiama per ammazzare l'uomo nero. Dopo una vita da sicario, John Wick, con tutto il malinconico allure di Keanu Reeves, si ritira per amore. Ma il Destino è crudele e presenta i suoi conti. Rimasto solo, il disperato John trova conforto in un vellutato cucciolino di beagle, lasciatogli dalla moglie come estremo dono.

Goltzius and the Pelican Company: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   22 Gennaio 2015

Apri gli occhi

Peter Greenaway non è un regista per tutti e pertanto i suoi film faticano a trovare distribuzione, soprattutto nel nostro paese. Arriva ora su alcuni schermi cinematografici il suo film del 2012 Goltzius and the Pelican Company, grazie agli sforzi di Lo Scrittoio e Maremosso. Lo stampatore olandese Hendrik Goltzius (1558 - 1617), in viaggio con la compagnia teatrale del Pellicano, cerca di convincere il Margravio di Alsazia a finanziare la stampa di una serie di libri illustrati.

Difret – Il coraggio di cambiare: Recensione

Di Giuliana Molteni   |   22 Gennaio 2015

This Is a Man's World...

Difret, film prodotto da Angelina Jolie, è preceduta da una sua dichiarazione in video, in cui invita a diffondere quanto raccontato, perché solo dalla conoscenza di certe realtà può sortire un cambiamento, che altrimenti, nel silenzio del mondo civile, non potrà verificarsi.